01/02/2023poco nuvoloso

02/02/2023foschia

03/02/2023foschia

01 febbraio 2023

Treviso

Carenza medici di base: emergenza in diversi comuni della Marca

Il sindaco Conte: "No a soluzioni tampone, servono azioni strutturali, chiederemo un intervento da parte del governo "

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

medici di base

TREVISO - Sono molti i comuni della Marca e i cittadini che devono fare i conti con la mancanza di medici di base, a causa di una serie di pensionamenti.

Da Treviso a San Biagio, ma anche Paese e Castelfranco. Una vera emergenza che proseguirà fino alla fine dell’anno con nuovi dottori che andranno in pensione.

La carenza di camici bianchi, inoltre, ha già costretto l’Usl, un mese fa, a chiudere la guardia medica di Paese. Da inizio di luglio i cittadini di Paese, Quinto, Istrana e Morgano sono chiamati a far riferimento alla guardia medica dell’ospedale di Treviso. Mentre quelli di Casier e Zero Branco vanno verso Mogliano e quelli di Ponzano e Villorba verso Spresiano. Una situazione non certo ottimale soprattutto per la popolazione più anziana. Ma, prometteva l’Ulss2, dovrebbe essere provvisoria, Ad oggi per coprire i buchi servirebbero almeno una settantina di nuovi medici. La problematica che tocca tutti i cittadini è stata sollevata anche il consiglio comunale a Treviso da diversi consiglieri comunali.

“Come sindaci stiamo affrontando il problema già da tempo - ha spiegato il sindaco Mario Conte - Abbiamo già avuto diversi incontri con l’Ulss2 per valutare provvedimenti da attuare dopo l’estate. Stiamo anche preparando un documento da portare nelle varie prefetture per chiedere un intervento da parte del governo perché il tema non riguarda solo Treviso ma tutti i comuni ed è esteso, oltre ai medici di base, anche alla carenza degli infermieri nelle case di risposo, da tempo sotto organico”.

“Affrontiamo questo tema che riguarda la comunità con determinazione ma anche con i limiti che hanno i sindaci. Non accettiamo però soluzioni provvisorie, come ad esempio quella di innalzare il massimale degli assistiti per ciascun medico da 1500 a 1800. Si tratta di una soluzione tampone ma che non può certo soddisfare le esigenze della comunità. Noi vogliamo soluzioni strutturali”. A fine agosto ci sarà un nuovo incontro per valutare la messa delle misure straordinarie.

 

Leggi anche:

Carenza di medici di base nel territorio: "Aumento dei massimali e reclutamento di dottori provvisori"

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×