29 settembre 2020

Conegliano

La Cannabis legale fa il boom in Italia. E si (stra)vende a San Fior

Successo per il prodotto Easy Joint: “Un mercato in espansione”

| Stefania De Bastiani |

immagine dell'autore

| Stefania De Bastiani |

La Cannabis legale fa il boom in Italia. E si (stra)vende a San Fior

Christian e Mary

SAN FIOR – Al Van Gogh Tatoo di Via Nazionale a San Fior, c’è sempre un via vai. Il negozio, infatti, è l’unico rivenditore in provincia di Treviso di “cannabis legale” dell’azienda EasyJoint, la quale, meno di un anno fa, ha avviato un modello di business di cui non avrebbe mai immaginato il successo.

 

EasyJoint. L’azienda di Parma vende cannabis “light”, cioè una marijuana legale con un contenuto di Thc (il principio psicotropo), inferiore allo 0,2%, che non sballa. La sostanza viene confezionata in scatolette da 8 grammi contenenti esclusivamente le infiorescenze, cioè la parte di pianta che solitamente si fuma ma che nel mercato (alimentare, tessile, bioedile) della canapa sativa viene scartata. L’idea di mettere in vendita un prodotto che altrimenti viene gettato è stata geniale. E lo confermano le vendite. A maggio scorso, poco dopo aver avviato la vendita on line, Easy Joint si era vista costretta a chiudere il sito internet, poiché, tante erano le richieste, non ci stava dietro. Poi, per stare al passo con il successo, si è strutturata e in Italia sono stati in breve tempo aperti oltre 300 rivenditori. Come quello di San Fior.

 

La Cannabis al Van Gogh Tatoo. “Da quando abbiamo iniziato a proporre questo prodotto – spiega il titolare dello studio di tatuaggi, Christian – il successo è stato strepitoso. Alla faccia di chi credeva che la gente cerca la marijuana solo per sballarsi. La mia clientela è gente over 35, ma anche over 60, gente che conosce le potenzialità di una pianta che è stata per decenni demonizzata”.

Dunque, chi la compra, che uso ne fa?

“Noi non diamo indicazioni su come utilizzarla - risponde Mary, compagna di Christian – E’ come vendere un cavolfiore: l’acquirente può cucinarlo, lesso, fritto, o gratinato, o utilizzarlo per una tisana. Il cliente che acquista la 'cannabis tecnica' si è già informato sulle proprietà della pianta e ha le idee chiare sull’utilizzo che ne vuole fare”.

“La letteratura scientifica sull’argomento è ampia – specifica Christian – e al giorno d’oggi basta andare in internet per capire quali sono le proprietà della cannabis”.

“E’ una pianta che cresce in modo naturale, che fa bene anche alla terra, poiché le restituisce ciò che le appartiene – continua Mary – E’ una pianta che non ha bisogno di alcun trattamento chimico per crescere e da quanto è stata legalizzata, nel 2016, è in piena espansione. Questo è il mercato del momento: se qualcuno ha un campo, che ci faccia crescere cannabis”.

Un prodotto italiano certificato. La Cannabis EasyJoint viene coltivata in Italia e, a San Fior, si trovano tre tipologie di infiorenscenze: l’Eletta Campana, 100% femmina, più pura e priva di semi, la Carmagnola e la Futura 75. “Sono prodotti con caratteristiche e profumi diversi – spiega Christian – si tratta di 'cannabis tecnica', come si legge sulla confezione, da non confondere con quella ad uso terapeutico. E’ un prodotto nuovo in Italia, ma dato il grande interesse riscontrato, qui come altrove, sono sicuro che sarà destinato a diffondersi. La pianta è la stessa della marijauna che viene venduta sul mercato nero, ma la bassissima concentrazione di Thc rende il prodotto perfettamente legale. Però, come dico sempre ai miei clienti, è meglio tenere la cannabis nella confezione Easy Joint, che altrimenti è facile venga scambiata per marijuana illegale”.

Leggi anche: Apre a Venezia il Cannabis Store. Ed è subito polemica

 


| modificato il:

foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×