14/07/2024poco nuvoloso

15/07/2024sereno

16/07/2024sereno

14 luglio 2024

Esteri

I cambiamenti climatici stanno causando una incredibile moria di pesci lungo le coste del Texas (VIDEO)

| Carlo De Bastiani |

immagine dell'autore

| Carlo De Bastiani |

Moria di pesci in texas

Una tragica moria dei pesci lungo la spiaggia di Quintana, nella contea di Brazoria, in Texas, è un altro spaventoso segnale dell'impatto devastante del cambiamento climatico sull'ecosistema marino. Centinaia se non milioni di pesci morti si sono riversati lungo la costa, creando uno scenario spettrale e mettendo in evidenza l'emergenza che stiamo affrontando.

Secondo i responsabili del parco, la moria è stata causata da una combinazione di fattori avversi che hanno ridotto i livelli di ossigeno nell'acqua, lasciando soffocare gli animali. L'aumento delle temperature dell'acqua durante l'estate è già stato identificato come una delle cause principali di tali morie di pesci nella zona. Tuttavia, questa volta la quantità di pesci morti è stata definita come "di gran lunga" la più grande mai registrata. La maggior parte delle vittime era costituita da menhaden, un pesce marino comune nelle acque del golfo del Messico e della costa atlantica.

Le autorità del parco hanno spiegato che l'aumento delle temperature dell'acqua comporta una diminuzione dell'ossigeno disciolto, soprattutto nelle acque poco profonde, che si riscaldano più velocemente. Inoltre, il mare insolitamente calmo e il cielo nuvoloso hanno limitato la circolazione dell'ossigeno e la capacità delle alghe e di altri organismi di produrre ossigeno attraverso la fotosintesi. Questa "tempesta perfetta" di condizioni avverse ha creato un ambiente letale per i pesci, con conseguenze disastrose.

Le operazioni di pulizia sono state avviate immediatamente per rimuovere i pesci morti dalla spiaggia, evitando così problemi ulteriori. Tuttavia, la ricercatrice Katie St. Clair, esperta di fauna marina presso la Texas A&M University, mette in guardia sul fatto che gli effetti di questa moria potrebbero avere un impatto significativo sull'ecosistema locale. L'innalzamento delle temperature delle acque del golfo del Messico, legato al cambiamento climatico, potrebbe aumentare la frequenza di questi eventi, soprattutto nelle acque poco profonde. Situazioni simili si sono verificate in altre parti del mondo, come l'Australia, e anche in Italia.

Questa tragica moria di pesci è un ulteriore monito che non possiamo più ignorare. Il cambiamento climatico sta accelerando l'alterazione degli equilibri naturali e mettendo a rischio la sopravvivenza di numerose specie marine. È necessario affrontare con urgenza questa emergenza ambientale, riducendo le emissioni di gas serra, investendo nelle energie rinnovabili e adottando politiche sostenibili per la salvaguardia degli ecosistemi marini.

L'episodio di Quintana dovrebbe servire come campanello d'allarme per agire subito e con determinazione. Il futuro dei nostri mari e delle specie che li abitano è nelle nostre mani, e spetta a noi fare tutto il possibile per proteggerli. Altrimenti, continueremo ad assistere a scenari di morte e distruzione come quello che si è svolto lungo la costa texana, una triste testimonianza di quanto sia urgente il bisogno di un cambiamento reale e sostenibile.

 



foto dell'autore

Carlo De Bastiani

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×