29/02/2024pioggia debole

01/03/2024pioggia debole

02/03/2024pioviggine e schiarite

29 febbraio 2024

Esteri

Cambiamenti climatici minacciano il Canale di Panama: una crisi imminente nel commercio globale

|

|

Canale di Panama

Il Canale di Panama, un'importante arteria per il commercio globale, sta affrontando una minaccia senza precedenti a causa dei cambiamenti climatici. Quest'anno, per la prima volta nella sua storia, le autorità hanno annunciato una drastica riduzione del numero di navi che possono attraversare il canale ogni giorno, gettando ombre preoccupanti sul commercio internazionale.

Siccità senza precedenti
La ragione principale di questa situazione critica è una siccità senza precedenti nella regione, con il mese di ottobre che è stato il più secco dal 1959. Questo evento climatico è stato alimentato in parte dal fenomeno El Nino, che ha riscaldato l'Oceano Pacifico e influenzato le temperature e le precipitazioni in tutto il mondo. La situazione è ulteriormente complicata dal fatto che ci troviamo nella stagione umida di Panama, da maggio a dicembre. Questi fattori hanno portato a una diminuzione significativa delle riserve d'acqua necessarie per far funzionare il Canale di Panama.

Riduzione del traffico marittimo
Il Canale di Panama, con i suoi 80 chilometri di lunghezza, è una delle vie navigabili più importanti del mondo, frequentata principalmente da clienti provenienti dagli Stati Uniti, dalla Cina e dal Giappone. Tuttavia, quest'anno le autorità hanno ridotto il numero di navi che possono attraversare il canale ogni giorno, passando da una media di circa 36 a soli 31. E da questo mese, le traversate sono state limitate a 25 prenotazioni al giorno, con ulteriori restrizioni previste fino a raggiungere solo 18 al giorno a partire da febbraio 2024. Queste restrizioni hanno il potenziale per causare un calo significativo dei guadagni, con una stima di 200 milioni di dollari in meno nel 2024 rispetto all'anno corrente.

Impatto sul commercio internazionale
L'impatto di queste restrizioni è stato immediatamente evidente, con notevoli ritardi nelle reti di approvvigionamento. Alcuni operatori che non riescono a prenotare in anticipo gli slot per attraversare il canale dovranno attendere fino a 2,7 giorni per farlo, ritardi che si traducono in costi e disagi significativi. Gli analisti avvertono che i carichi pesanti e quelli che richiedono tempi raffinati dovrebbero prendere in considerazione l'instradamento attraverso la costa occidentale degli Stati Uniti o del Canada o l'utilizzo di servizi ferroviari o di autotrasporto. I tempi di attesa, che solitamente oscillano tra i tre e i cinque giorni, ora raggiungono fino a 19 giorni, con una media di circa 11 giorni.

Una sfida economica per il Panama
Questa situazione rappresenta una sfida economica significativa per il Panama, che dipende fortemente dai 4,6 miliardi di dollari di entrate annuali generate dal canale. I rappresentanti del canale hanno avvertito che, a meno di forti piogge nei prossimi tre mesi, ci aspetta un periodo prolungato di accesso limitato, che darà ai clienti un anno per adattarsi alle nuove circostanze.

Il Canale di Panama è stato inaugurato nel 1914 dopo un imponente progetto di costruzione che ha richiesto il superamento di fitte giungle e montagne. Da allora, ha gestito circa il 6% del commercio globale, riducendo notevolmente i tempi e i costi di spedizione. La sua importanza è evidente nel fatto che il 40% di tutte le navi container statunitensi lo attraversano ogni anno, trasportando merci del valore di 270 miliardi di dollari. Altri importanti utilizzatori includono il Cile, la Cina, il Giappone e la Corea del Sud.

Il futuro del Canale di Panama
Questa crisi attira inevitabili paragoni con la recente crisi del Canale di Suez in Egitto, quando una grande nave portacontainer bloccò il canale per sei giorni, causando ritardi massicci nel commercio internazionale. Gli amministratori del Canale di Panama riconoscono la necessità di trovare nuove soluzioni per rimanere una rotta importante per il commercio globale, altrimenti rischiano di soccombere alle sfide del cambiamento climatico.

Il futuro del Canale di Panama rimane incerto, ma le sfide che sta affrontando richiedono una riflessione profonda e soluzioni innovative per garantire che rimanga una parte fondamentale del commercio globale.

 



Dello stesso argomento

immagine della news

07/08/2022

Eventi meteo estremi, per la scienza è colpa dell'uomo

Secondo il report di Climate Brief, che ha analizzato 504 studi dedicati a singoli eventi estremi, il 71% è stato causato o aggravato proprio dall'azione umana. Caldo record? Certe temperature estreme sarebbero impossibili senza la nostra influenza

immagine della news

31/07/2022

Le perdite di metano accelerano il cambiamento climatico

Carbon Mapper è una partnership che nasce tra alcune università americane e il Jet Propulsion Laboratory della NASA, per rilevare le grosse perdite di metano, gas incolore e inodore, da parte dei grandi produttori americani

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×