21/02/2024velature lievi

22/02/2024pioviggine

23/02/2024rovesci di pioggia

21 febbraio 2024

Montebelluna

Il cagnolino “Birra” è stato sbranato da un cane da caccia: lanciata una petizione per vietare la caccia a Volpago

In poche ore raccolte oltre 500 firme per chiedere che vicino al rifugio per animali Gioia non si possa cacciare

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Birra

VOLPAGO DEL MONTELLO – Il cane “Birra” è stato ucciso e per la disperazione il suo proprietario Sebastiano Guzzardi, presidente di dell’associazione “Gioia APS” che gestisce un rifugio per la protezione degli animali, ha deciso di avviare una petizione online su Change.org: pubblicata ieri ha già raggiunto 500 firme per chiedere che sia vietata la caccia nei pressi della struttura per animali a Volpago del Montello. “Stiamo trascorrendo momenti di grande disperazione. Birra, il nostro amore, è stato ucciso – si legge nella petizione -. Lui aveva subito gravi maltrattamenti e per questo era fobico nei confronti degli umani. Dopo quasi 4 anni di vita assieme (2 anni di maltrattamenti e 4 a Gioia), aveva iniziato ad amare la vita, credendo in noi ed in sé, tanto che si era riuscito ad insegnargli ad andare a guinzaglio, facendo addirittura delle cortissime passeggiatine lungo il vialetto boschivo di fronte ai nostri cancelli d'entrata”.

Ed è stato proprio durante una di queste passeggiate che “è arrivato un cane da caccia vagante (libero e non si sa dove fosse il proprietario, si suppone un cacciatore). Si sono azzuffati. In quella manciata di secondi, Birra è stato impedito, in quanto tenuto a guinzaglio ed ha ricevuto 3 morsi, di cui uno, purtroppo, assestato proprio bene. È morto poco dopo per emorragia interna”, prosegue il testo. “Nella prima sede di Gioia APS, a Montebelluna, in 4 anni non abbiamo mai riscontrato un problema con la condotta dei cacciatori. Nell'attuale sede di Gioia Protezione Animali, che ci si è mossi acquistandola per far sì che resti per sempre in aiuto degli animali, stiamo riscontrando enormi problemi di ordine, con i cacciatori. Sparano senza rispettare le distanze dei 100 metri, che ad ogni modo risulterebbero irrisorie affinché gli animaletti non rimanessero terrorizzati ad ogni colpo. Istituiamo, dunque, questa raccolta firme.”

“Una petizione per chiedere al Prefetto ed a tutte le Istituzioni competenti di vietare la caccia nei pressi del rifugio di Gioia Aps per la protezione degli animali Onlus nella presa 14 a Volpago del Montello, per il bene degli animali che ci vivono oggi e per il bene degli animali che ci vivranno in futuro. Vi preghiamo di stringervi a noi e di aiutarci con la potenza della vostra firma”: è l'invito con cui termina il testo della petizione.
LINK ALLA PETIZIONE



Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×