03 agosto 2020

Il buongiorno si vede dal mattino

- Tags: cucina, pane, colazione, ricetta

immagine dell'autore

Omar Lapecia Bis | commenti | (3)

Freddo,vento e pioggia oggi non è esattamente molto invitante oggi alzarsi il mattino , ma se c'è ad aspettarci del pane profumato e fragrante tutto sarà più semplice.

La ricetta di questo post è quella della treccia svizzera un pane moderatamente dolce che è ottimo a colazione ma anche durante il giorno inventarsi la scusa per indulgervi tocca a voi.

La treccia (Zopf) è la tipica pagnotta della domenica bernese. Alcuni ne fanno risalire l'origine ad una tradizione secondo la quale le vedove si tagliavano parte della treccia per seppellirla con il marito. Con il passare del tempo, invece della treccia di capelli, veniva seppellita una treccia di pane. La treccia – o Züpfe in dialetto bernese – è conosciuta in Svizzera dalla metà del XV secolo.

Con questa ricetta  farete almeno tre trecce medie.

Treccia

Ingredienti

Lievitino Preparato con 12 ore di anticipo:300g Farina,lievito 10g secco,latte 260g 40g di zucchero
 Treccia:
il lievitino,700g Farina,20g di sale,latte 460g,120g di burro
preparazione:
1.Preparare il lievitino con 12 ore di anticipo. Mescolare la farina, il lievito, il latte e lo zucchero. Coprire e lasciare fermentare.
2.Mescolate farina, sale, latte, burro e lievitino preparati nel passaggio 1 in una planetaria per 3 minuti a bassa velocità, poi per 5 minuti velocemente

Se non avete la planetaria pensate intensamente agli ultimi eventi negativi che avete vissuto : l’energia che scatenerete sarà sufficiente. Il pane come terapia…interessante come post,ma ora torniamo alla treccia.

3.Lasciate riposare 30 minuti la pasta per poi schiacciarla di nuovo in questo modo eliminerete l’anidride carbonica che si forma per effetto della fermentazione del lievitino
4.Divide l’ impasto in 3, e poi si dividono in 2 o 3 pezzi a seconda del tipo di treccia che si desidera creare
5.Intrecciate l'impasto e lasciar lievitare per altri 30 minuti
6.Mescolate il sale con un uovo e spennellate sulle trecce prima di fare riposare per altri 30 minuti
7.Con il pane completamente lievitato, spennellare di nuovo con l’uovo
8.Infornare a 220°C per circa 35-40 minuti. Naturalmente i tempi variano a seconda della grandezza della treccia

Preferisco la ricetta con il lievitino in quanto è più aromatica e anche più digeribile, sono sempre dell’avviso che il tempo sottratto alla lievitazione lo dovrà recuperare il nostro stomaco

In barba alla tradizione condividetela con il marito…

P.S. Un link  per un video con una buona spiegazione sul come formare una treccia.Utile per chi ha capelli corti e nessuna figlia femmina ;-)

http://www.youtube.com/watch?v=QyiyNqCJ84Y



Commenta questo articolo


Se siete colti da una impellente desiderio ecco la ricetta senza lievitino , quindi a lievitazione diretta.
Ingredienti (per 2 trecce)
1 Kg di farina bianca
200 gr di burro
1 uovo
½ l di latte
50 gr di lievito naturale o 15 gr di lievito secco
½ cucchiaino di zucchero
3-4 cucchiaini di sale
Preparazione
Setacciare la farina in una ciotola, aprendola nel mezzo.
Sciogliere lo lievito nel latte freddo e aggiungere lo zucchero.
Separare le uova, mettendo da parte il tuorlo.
Aggiungere il bianco alla miscela latte/lievito, sbattendo delicatamente.
Far sciogliere il burro.
Aggiungere tutti gli ingredienti alla farina e mescolare accuratamente.
Ricoprire la ciotola con un telo da cucina e lasciare riposare per un ora in un luogo tiepido.

Dividere la pasta in quattro parti uguali e formare quattro lunghi rotoli.
Ogni treccia viene fatta con due rotoli di pasta. Per fare la prima treccia, disporre un rotolo orizzontalmente sul tavolo e sistemare un secondo rotolo in modo perpendicolare al primo, formando una croce a braccia uguali.
Prendere l'estremità destra del rotolo orizzontale e farla passare sopra il rotolo verticale verso sinistra; prendere poi l'estremità sinistra e farla passare sopra l'altro rotolo verso destra.
Prendere le due estremità del rotolo verticale e fare lo stesso, portando le estremità dall'alto verso il basso e quelle in basso verso l'alto. Continuare alternando fino all'esaurimento della pasta.
Per un'alternativa più semplice, "avvitare" due rotoli di pasta, come fossero una corda, piegando poi la pasta così arrotolata a metà e unendo le estremità.
Ripetere il procedimento per la seconda treccia.

Spennellare le pagnotte con il tuorlo d'uovo mescolato ad un goccio d'acqua.
Cuocere in forno per 40 minuti circa a 200-220° C.

Link a un video che spiega come fare la treccia:
http://www.youtube.com/watch?v=QyiyNqCJ84Y

segnala commento inopportuno

facciamo così: io provo a prepararla. Se mi riesce vuol dire che sono bravissima e sei un miticochef. Se no vuol dire che...siccome sei un miticochef...devo riprovarci!







segnala commento inopportuno

C'è anche una terza soluzione:domani passi in laboratorio :-)

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×