05 agosto 2021

Treviso

BUONA DOMENICA "Mi si incolli la lingua al palato"

Precipitata con il suo velivolo la "profetessa della dieta" Gwen Shamblin. Ammoniva: " Mangiare troppo, essere sovrappeso è peccato, offende l’ordine del Creato”.

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

BUONA DOMENICA

TREVISO - Nel dare notizia della sua dipartita, alcuni giornali hanno scritto che ogni qualvolta Gwen Shamblin - la “predicatrice della dieta” - decollava con l’aereo pilotato dall’ aitante consorte impalmato in seconde nozze, intonava una supplica in diretta su You tube: “Preghiamo Dio perché ci guidi, chiediamogli un volo sicuro e tranquillo, perché Dio è il nostro pilota”. La settimana scorsa però al pilota in seconda deve essere sfuggito di mano qualcuno dei comandi impartiti. Sta di fatto che il velivolo è precipitato e la profetessa è finita all’altro mondo, con il marito e gli altri cinque che viaggiavano con loro a bordo del velivolo. Stavano compiendo una delle solite e frequenti trasferte dal Tennessee ad altri Stati americani.

La Gwen, 66 anni, viaggiava per missione: portare all’America il verbo della Chiesa fondata nel 1999, previa riqualificazione professionale: da dietologa a guro. Una “religione”, la sua, ultra-conservatrice, come ce ne sono molte negli Usa, che nel fisico asciutto aveva individuato il dogma numero uno. Al punto che la leader religiosa aveva lasciato il coniuge sposato quarant’anni fa perché il girovita del pover'uomo era andato fuori controllo, preferendogli il secondo pilota dal “fisic du role”.

Come poi si riesca a fare proseliti grazie a certi messaggi, è un mistero- questo sì - della fede. Ha scritto “Il Gazzettino” lunedì scorso nella pagina degli Esteri: “Più di cento branche diffuse nel Paese, gestite da pastori, diaconi e assistenti pastorali; secondo Gwen mangiare troppo, essere sovrappeso era un vero e proprio peccato, in quanto offendeva l’ordine del Creato”. A dire il vero, non è che la guru di cui sopra possa propriamente vantare il copyright della dieta a sfondo religioso. Ne circolano altre, non meno fantasiose e improbabili. Ma di follie del genere il web è pieno. Un solo link basti per un rapido aggiornamento culturale sulla materia (https://www.cosmopolitan.com/it/benessere-salute/diete/a110110/le-21-diete-piu-folli-e-assurde/).

Figurano, la dieta del Creatore o della Bibbia e quella della preghiera. La prima “dura 40 giorni ed è composta da più fasi. Sono consentiti: frutta biologica, verdura, cereali, pesce con pinne e squame, carne e pollame. Vieta salumi, prodotti alimentari trasformati, pasta e pane e cereali. I sostenitori dicono che gli esseri umani sono destinati solo a mangiare cibi creati da Dio e che tornare indietro ad una dieta sana (prima che i cibi venissero adulterati) migliora il funzionamento complessivo del corpo, amplifica la concentrazione, migliora il l'umore, guarisce ogni dolore e infiammazione, riduce il rischio di cancro e rallenta l'invecchiamento”. Convincimenti in realtà non infrequenti e condivisi da molti anche se non corroborati da dati scientifici.

Più “intrigante” la seconda (quella della preghiera): “Regola: Si prega ogni giorno che si perda peso. Motivazione: Dio aiuta coloro che non possono aiutare se stessi. Pregare inconsciamente consente di mangiare meno cibo e fare scelte più sane”.

Ma al peggio, come suol dirsi, non c’è mai fine. Si annoverano anche le diete: del bambino, che consiste nel consumo di 16 barattolini di cibo per bambini al giorno, al posto dei consueti pasti e spuntini (e deve essere davvero alquanto gustoso, "a naso", deglutire omogeneizzati dalla mattina alla sera); del ghiaccio, che ne prescrive un litro ogni giorno per perdere peso, perché sciogliere il ghiaccio è un lavoro duro, che brucia le calorie. Hanno un loro perché anche la dieta visiva: si mangia tutto indossando occhiali azzurrati, sul presupposto che gli alimenti di colore giallo e rosso (carne, patatine fritte, prodotti maturi) siano i più appetibili e quindi da evitare con l’ausilio degli occhiali da sole; la dieta del Copri-il-tuo-naso-mentre-mangi (così non ti fai condizionare dai sapori delle pietanze) o quella del cotone o del giornale: ingerire cinque batuffoli (o, se si preferisce, l’equivalente in carta da giornale) solo dopo averli intinti (e meno male) in succo d'arancia, limonata o in un frullato. Lo stomaco si rimpinza ma senza introdurre calorie in eccesso.

Ma siamo proprio sicuri che il supplizio sia il sovrappeso e non piuttosto il fargli guerra così?

BUONA DOMENICA

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

11/07/2021

BUONA DOMENICA Hola Raffa, l'immortale

Ha suscitato sgomento e incredulità la dipartita della Carrà. Scorreva come un fiume carsico nell'immaginario collettivo. E' riuscita, come a pochi, a piacere a tutti.

immagine della news

30/05/2021

BUONA DOMENICA "Io sono Giorgia", a testa in giù

La Meloni presa di mira da un altro accademico. Alberti Casellati minacciata di morte. Indagati gli undici autori dei post contro Mattarella. Gli odiatori dei social in servizio permanente effettivo.

immagine della news

16/05/2021

BUONA DOMENICA Se non conti non ti sposo

Matrimonio finito in India prima ancora di cominciare perché lo sposo non sapeva le tabelline. Ma tutto sommato far di conto serve. Per farsi risarcire i danni.

immagine della news

09/05/2021

BUONA DOMENICA Impara l'arte e mettila da parte

Chiusa l'inchiesta e condannati i responsabili degli esami di italiano fasulli sostenuti dal calciatore uruguaiano Suarez per ottenere una certificazione B1. Vista con il binocolo

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×