01/12/2021velature lievi

02/12/2021pioggia debole

03/12/2021foschia

01 dicembre 2021

Treviso

Buon 2021: gli auguri dai sindaci della Marca

Gli auguri da: Treviso, Castelfranco, Vittorio Veneto, Montebelluna, Conegliano, Mogliano, Asolo, Pieve di Soligo, Oderzo, Motta di Livenza, Pieve del Grappa, Valdobbiadene e Ponte di Piave

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Buon 2021

TREVISO – Il 2020 è giunto alla fine. Un anno davvero intenso per tutti, caratterizzato da un evento epocale che resterà per sempre impresso nella nostra memoria. A prescindere da quanto sia stato difficile, per ciascuno, trascorrere questi 12 mesi l’augurio rivolto a tutti i lettori di OggiTreviso non può che essere di nuovo anno carico di positività e soprattutto di umana vicinanza, dopo il penoso distanziamento del 2020. Abbiamo quindi chiesto al presidente della Provincia di Treviso ed ai sindaci di alcune tra le principali città della Marca di unirsi a noi per gli auguri di un buon 2021.



Stefano Marcon, presidente della PROVINCIA DI TREVISO e sindaco di CASTELFRANCO VENETO - "A tutti i cittadini di Castelfranco e della Marca i migliori auguri per il 2021, che sia un anno di ripartenza e di ripresa. Le notizie riguardo il vaccino contro il Covid ci illuminano la via d’uscita: tuttavia il percorso non sarà breve e dovremmo continuare con le precauzioni a cui siamo abituati in questi mesi. Spero in una ripresa di fiducia per uscire dal sentimento di timore con cui abbiamo convissuto quest’anno. Personalmente guardo al futuro con ottimismo e con la dovuta responsabilità che contraddistinguono gli amministratori pubblici: abbiamo superato guerre e crisi, supereremo anche la pandemia. Per quanto riguarda le azioni del futuro, sia a Castelfranco, sia in provincia continuerò nella progettazione e realizzazione di opere pubbliche per migliorare la sicurezza pubblica, specialmente nei temi di viabilità, edilizia scolastica e ambiente".



Mario Conte sindaco di TREVISO - “E' stato un anno complicato e doloroso che ci ha messo tutti alla prova. Un anno che ha anche saputo esaltare una delle caratteristiche migliori della nostra comunità: la solidarietà, l’aiuto tra i trevigiani, tra le istituzioni e il mondo del volontariato. Alla fine di questo anno, che mi ha fatto perdere tantissime ore di sonno, ringrazio con tutto il cuore la mia comunità e mi scuso anche con i trevigiani, per le decisioni a volte impopolari, a volte di difficile comprensione, che abbiamo dovuto prendere in questi mesi”. Così il sindaco di Treviso Mario Conte saluta il 2020 e augura ai cittadini un nuovo anno, ricco di soddisfazioni. “Lo sforzo che dobbiamo fare ora è lasciarci alle spalle questo brutto 2020: innanzitutto non leggerò più l’oroscopo perché non mi ha portato molta fortuna - scherza Conte - con l’augurio che il 2021 porti a tutti i trevigiani delle belle soddisfazioni e tanta serenità”. “Certo dobbiamo cominciare il nuovo anno ancora all’insegna della responsabilità, dell’attenzione ma in vista di un rilancio dell’intera città. Il Covid ci ha tolto molto, ma non la forza e l’unione che i trevigiani dimostrano nei momenti di difficoltà. Aiutandosi. Nel rugby si passa la palla a chi sta un passo indietro, ecco noi con questo spirito affronteremo il 2021, per arrivare tutti insieme alla meta e vincere la partita”.



Davide Bortolato, sindaco di MOGLIANO VENETO - "Dopo un 2020 da archiviare in tutti i sensi, a nome della Amministrazione Comunale di Mogliano Veneto, voglio porgere i più sentiti auguri di un felice 2021 in salute e in serenità".



Antonello Roccoberton, Commissario di CONEGLIANO: "Che sia un anno di speranza, rinnovamento e fiducia. (speriamo) che sia meglio di quest’anno, anche se ci vuole poco. (La speranza) è che si vada verso una soluzione, che si intraveda la luce in fondo al tunnel della pandemia. Auguro inoltre, a chi vincerà le elezioni, di fare bene. Che sia un anno di fiducia e rinnovamento per la città".



Antonio Miatto, sindaco di VITTORIO VENETO: "Sono auguri facili, stiamo uscendo da un anno bisestile. Speriamo che sia vero il detto “anno bisest, anno senza sest” (è corretto??). Le abbiamo viste tutte, non può che andare meglio. Speriamo che la malattia non abbia troppe conseguenze anche dal punto di vista economico".


Elzo Severin, vicesindaco di MONTEBELLUNA – “Faccio i miei migliori auguri per il nuovo anno sperando che con il vaccino si possa riprendere la nostra vita come nel pre-Covid. Desidero anche fare una richiesta di un ultimo dell’anno in tranquillità, senza botti, senza cose vietate. Spero si esca presto da questa situazione e potremo farlo se tutti saranno rispettosi delle regole”.


Maria Scardellato, sindaco di ODERZO - "Durante la prima ondata della pandemia, abbiamo fatto tutti grandi propositi di migliorare noi stessi e i rapporti con gli altri. La parola imperante era “insieme”, ma man mano che l’ondata sembrava passata, si affievoliva il ricordo dei buoni propositi , come si affievoliva la consapevolezza delle infinite fortune di cui gode la nostra vita. Auguro a tutti noi di non dimenticare, propositi e consapevolezza quando sarà passata anche questa ondata di tristezza e paura. Auguro a tutti di mantenere o ritrovare forza, entusiasmo e ottimismo. Il mondo non si è mai fermato e non si fermerà neanche questa volta . Continuiamo ad impegnarci per fare bene il nostro compito, qualunque esso sia».


Alessandro Righi, sindaco di MOTTA DI LIVENZA: "Il 2020 è stato un anno che ci ha messo tutti alla prova, come singoli ma anche come comunità. Una esperienza che ha indubbiamente rafforzato il nostro spirito di Comunità. Un grande augurio per un 2021 di ripartenza ricco di salute e unità".


Annalisa Rampin, sindaco di PIEVE DEL GRAPPA - "Auguro a tutti che il nuovo anno oltre a portaci la salute ci porto il coraggio di guardare al futuro con rinnovata speranza".


Mauro Migliorini, sindaco di ASOLO - "Si chiude un 2020 difficile per tutti. Un anno sicuramente negativo, ma che ci ha fatto capire ed apprezzare l'importanza della nostra salute e della nostra comunità. Abbiamo riscoperto valori che sembravano essersi persi nel tempo e invece continuano a far parte del nostro DNA. In particolare la solidarietà e la vicinanza. Un abbraccio virtuale e un augurio di buon 2021 a tutti i nostri concittadini".


Stefano Soldan sindaco PIEVE DI SOLIGO - “Nell’approssimarsi della fine di questo anno, sicuramente tutti tendiamo a trarne un bilancio. Per molti nel mondo, direi tutti, il giudizio non sarà di certo positivo, viste le molteplici limitazioni alle nostre libertà, alle ferite e al dolore per chi ha contratto in questi mesi il virus e per chi ha visto scomparire gli affetti più cari o che ancora stanno lottando per la vita. Poi c’è chi nei vari settori dal commercio alla ristorazione, dal turismo allo sport e cultura, ha subito pesantissimi danni senza intravedere una prospettiva. Non possiamo però abdicare al pessimismo e alla sfiducia. Dobbiamo reagire! Con la consapevolezza che questa dura esperienza scomparirà e lo farà ancor più velocemente solo se saremo uniti e coesi nell’accettare le misure necessarie per sconfiggere il virus e recuperare il senso di solidarietà e unità nazionale dei primi mesi dell’emergenza. Questa dura esperienza ci ha insegnato a dover cambiare in tempi rapidi le nostre consolidate abitudini e a sperimentare modelli e tecnologie che ci accompagneranno nel prossimo futuro. L’augurio a tutti è di non perdere la speranza e la fiducia nel futuro e dare il meglio di noi stessi nel nuovo anno regalando, ogni qual volta ci sarà possibile, un sorriso alle persone che incontriamo … non costa nulla ma aiuta! Buon nuovo anno di salute”.


Luciano Fregonese, sindaco di VALDOBBIADENE - “Rivolgo un particolare augurio alle persone e alle famiglie che nel corso del 2020 hanno sofferto per la malattia, la lontananza o la perdita di un proprio famigliare, con la speranza che nel nuovo anno possano ricevere conforto e sostegno da parte della comunità di Valdobbiadene, che sappia stringersi nelle difficoltà per dimostrare il proprio lato migliore, con gratuità e gratitudine nei confronti della vita”.


Paola Roma, sindaco di PONTE DI PIAVE: "Il 2021 sia un anno di rinascita, di ripartenza, di ritorno alla speranza e alla fiducia. Ai pontepiavensi voglio augurare un anno che ci liberi dall'emergenza Coronavirus, che torni a farci vivere la socialità, gli abbracci, che possa farci tornare a vivere insieme in totale serenità. In questi mesi difficili siamo stati una comunità forte e coesa, ora però è il momento che i bambini tornino a giocare felici, che i nonni se li possano godere, che la scuola torni a essere un luogo di socialità e di crescita e formazione in presenza, che le famiglie possano vivere serene senza la limitazioni e le paure del 2020. Mi auguro che il 2021 porti una grande energia positiva, che possa far rifiorire anche il tessuto economico dei nostri centri urbani, dai locali pubblici ai negozi ai mercati e che gli imprenditori del nostro territorio possano ripartire con la grinta e la determinazione che ci contraddistinguono. Come in questi mesi difficili, il Comune di Ponte di Piave farà di tutto per supportare questa rinascita. Perchè dopo tutta questa fatica, dopo aver perso qualcosa, qualcuno di caro, dopo il sacrificio dei lavoratori della sanità del nostro centro servizi, della nostra cooperativa Le Nuvole di Levada e la pazienza dei tanti cittadini responsabili, ce lo meritiamo: è ora di rinascere".
 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×