29 settembre 2020

Mogliano

Breda di Piave: scuole pronte a ripartire

31 mila euro di investimento nei plessi di Infanzia, Primarie e Secondaria

| Gloria Girardini |

| Gloria Girardini |

Breda di Piave: scuole pronte a ripartire

BREDA DI PIAVE - Tutto pronto a un rientro in sicurezza per scuole del Comune di Breda di Piave. In questi mesi, per fronteggiare l’emergenza coronavirus e le nuove disposizioni, l’amministrazione comunale ha lavorato assieme alle scuole giungendo a una soluzione che vede tutti gli alunni in presenza. Sono 307 gli iscritti alle Primarie (2 sezioni a Breda di Piave, 1 a Pero e 1 a Saletto-San Bartolomeo) e 235 quelli delle Secondarie di Primo Livello, oltre agli iscritti alla Scuola dell’Infanzia pubblica di Vacil e le paritarie di Breda, Pero e Saletto-San Bartolomeo. Acquisto di forniture, recupero di spazi e distanziamento hanno dunque permesso di risolvere ogni problematica. Il Comune di Breda di Piave ha investito circa 28 mila euro di fondi PON e altri 3 mila euro di fondi propri. Con i fondi PON il Comune di Breda di Piave ha acquistato banchi, sedie a ribaltina, pareti divisorie.

 

Alla Scuola Secondaria alcuni laboratori e la sala mensa sono stati riconvertiti in aule ordinarie, mentre alla Primaria e alla Scuola dell’Infanzia è stato sufficiente fare spazio tramite lo svuotamento da armadi e cattedre. Sempre all’Infanzia di Vacil, con fondi propri comunali, sono stati acquistati dei tavoli con panca da collocare nel giardino esterno, oltre alla sistemazione di giochi esterni messi in sicurezza. Inoltre, il Comune ha provveduto allo smaltimento di rifiuti ingombranti nelle scuole, all’acquisto di tende oscuranti, di colonnine e catenelle per delimitare spazi e percorsi e nuove brandine per l’Infanzia.

 

“Grazie ad alcuni accorgimenti, alcuni investimenti mirati e la collaborazione dell’Istituto Comprensivo, siamo riusciti a sistemare tutte le Scuole di Breda di Piave senza che ci sia alcuna problematica relativa al distanziamento sociale o alle lezioni in presenza – spiega Fiorenza Zanette, assessore all’Istruzione del Comune di Breda di Piave – siamo soddisfatti e ci auguriamo che il 14 settembre tutti possano rientrare finalmente alla scuola vera, quella in aula. I servizi di mensa e trasporto sono stati in parte rimodulati mantenendo le tariffe invariate rispetto allo scorso anno nonostante i maggiori costi da Covid-19; un impegno, quello dell’Amministrazione, di non gravare le famiglie di ulteriori spese”.

 

“Abbiamo lavorato molto per garantire il rientro in sicurezza – spiega Moreno Rossetto, sindaco di Breda di Piave – e faccio allora a tutti gli studenti, alle famiglie e al personale scolastico il mio augurio affinchè quest’anno, carico di emozioni e aspettative e gioie, ma anche sfide e incertezze, possa essere un’”Edizione speciale”, un’occasione per tutti di dare il nostro meglio, mettercela tutta ancor di più per i cittadini del futuro. Nonostante gli sforzi dell’amministrazione, spiace che alla fine le Elezioni del 20 e 21 settembre debbano interrompere per qualche giorno le lezioni: purtroppo per intoppi burocratrici non si è trovata una soluzione per svolgerle al di fuori delle scuole. Peccato: è stata un’occasione persa per dare un ulteriore segnale di fiducia delle istituzioni nei confronti delle famiglie”.

 


| modificato il:

Gloria Girardini

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×