04 giugno 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Brado Spa acquista la Sisi (e gli operai)

Lo stabilimento che ospitava Golden Lady riapre

| commenti | (1) |

| commenti | (1) |

Brado Spa acquista la Sisi (e gli operai)

VALDOBBIADENE - L’importante ex stabilimento SiSi di Valdobbiadene torna a nuova vita. L’immobile situato tra la cittadina e Segusino, è stato infatti rilevato da Brado SpA per farne la nuova sede operativa e amministrativa. L'immobile, costruito nel 1993, sorge su un’area di 37mila metri quadrati di terreno, dei quali 17mila coperti, ed è piuttosto conosciuto nella zona di ubicazione, per diversi motivi. Prima di tutto si tratta di una struttura progettata e realizzata, rispetto ai tempi, secondo criteri estetici ed edilizi d'avanguardia: del tutto antisismico, dispone di un grande magazzino con travature in legno ed è collocato in mezzo al verde, tra le alture e il letto del Piave.

 

L’attività produttiva della Sisi era terminata nel 2008 a seguito di una riorganizzazione aziendale operata dalla Golden Lady Company, gruppo leader nel settore delle calze titolare dei marchi Golden Lady, SiSi, Omsa, Filodoro e Philippe Matignon e di diversi brevetti internazionali. Proprio da una trattativa, durata sei mesi, tra “Mister Golden Lady”, l’ imprenditore Nerino Grassi, e la dirigenza di Brado, affiancata dall'ingegner Luciano Drusian, è scaturito l'accordo che ha sancito il passaggio di proprietà.

 

Grassi, tra le altre clausole, ha richiesto ufficialmente che le eventuali future assunzioni decise da Brado prendano in considerazione i vecchi dipendenti locali della fabbrica SiSi. Brado SpA è un'azienda giovane e dinamica in ottima salute e in netta crescita. Parte del gruppo Twins di Vestone (BS), capitanato da Aldo Ebenestelli, che con 27 controllate nel mondo si presenta come la maggiore realtà nel settore delle sedute per sedie da ufficio e collettività, l'impresa dà lavoro oggi a più di cento persone, ha chiuso il passato esercizio con un fatturato di 27,5 milioni di euro, in aumento del 4%, e stima per il 2014 un incremento percentuale a due cifre. Frutti raccolti grazie a una lungimirante politica industriale, che dall'originario impegno nella realizzazione dei singoli pezzi oggi guarda anche a progetti contract e si avvale della consulenza di designer internazionali, come Ximo Roca, Jean Louis Iratzoki, Massimo Costaglia, Ralf Umland.

 

Il trasloco, organizzato in tre fasi, prevede nel 2014 il trasferimento del magazzino, il prossimo anno lo spostamento della produzione e infine, nel 2016, la dislocazione degli uffici e la completa dismissione dell'attuale sede in via Cal di Mezzo che inizierà già durante l'estate.

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×