23 aprile 2021

Italia

Botte, legata alla sedia e sigarette spente sul corpo

Dopo 2 anni di violenze denuncia il compagno

|

|

Botte, legata alla sedia e sigarette spente sul corpo

MILANO - L'hanno trovata la notte della Vigilia per strada, in stato di agitazione e con il volto tumefatto dalle botte. E' una donna di Rho (Milano), 51 anni, da anni vessata dal compagno più giovane, di 36 anni, e che all'ennesima aggressione, a colpi in faccia con un mestolo da cucina, ha deciso di chiamare la polizia e denunciare il suo uomo.

 

Il convivente, pregiudicato, è stato trovato dagli agenti in casa visibilmente ubriaco e molto agitato. Arrestato in flagranza di reato per maltrattamenti in famiglia, minacce e lesioni aggravate, è stato condotto nel carcere di San Vittore.

La donna è stata accompagnata al pronto soccorso di Rho dove è stata medicata e dimessa con una prognosi di 23 giorni. In commissariato, poi, ha sporto denuncia contro il compagno, raccontando di aver subito diverse vessazioni negli ultimi due anni: il 36enne l'avrebbe legata più volte a una sedia spegnendole le sigarette sulle braccia e su altre parti del corpo, oltre ad averle anche urinato addosso. La donna ha spiegato alla polizia di non averlo mai denunciato perché lui la minacciava, dicendole che l'avrebbe uccisa se avesse provato a farlo.

 



Dello stesso argomento

immagine della news

08/01/2018

Tribunale aperto di domenica

Inusuale processo per direttissima nei confronti di un 53enne di Casale arrestato dai Carabinieri venerdì scorso

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×