24 giugno 2021

Treviso

Bocciati e rimandati: nessuno sconto alla fine del secondo anno in pandemia

Tra un mese gli scrutini di fine anno: se non si raggiungerà la sufficienza in tutte le materie non si verrà ammessi all'anno successivo. Previsto il debito anche in Educazione civica.

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

Bocciati e rimandati: nessuno sconto alla fine del secondo anno in pandemia

TREVISO - Nessuna sanatoria per cause di forza... epidemiologica alla fine di questo travagliato anno scolastico. A meno di quattro settimane dalla chiusura delle scuole - per vacanze stavolta - il ministero dell’Istruzione l’ha voluto mettere nero su bianco: “Sono ammessi alla classe successiva gli studenti che in sede di scrutinio finale conseguono un voto di comportamento non inferiore a sei decimi e una votazione non inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina”. Tradotto: qualche insufficienza fa scattare il debito formativo. La bocciatura invece nel caso di troppe materie sotto la soglia della sufficienza.

Ma c’è di più. L’ingresso trasversale alle materie dell’Educazione civica non si può certo dire sia stato inosservato. Ora però è confermato che non sarà nemmeno indolore: “Un voto inferiore a sei decimi per l’educazione civica comporta l’istituto della sospensione del giudizio”. In altre parole - e per usare il lessico pop - si potrà essere rimandati anche in Educazione civica. “L’accertamento del recupero delle carenze formative relativo all’Educazione civica è affidato, collegialmente, a tutti i docenti che hanno impartito l’insegnamento nella classe, secondo il progetto d’istituto”.

L’insegnamento di questa disciplina è assegnato a tutti o quasi gli insegnanti del Consiglio di classe. Ciascuno sceglie, nell’ ambito della propria materia, uno o più argomenti che rispondano alle finalità dell’educazione civica, destinando una quota oraria desunta dal monte ore previsto per la propria materia di insegnamento. Il percorso di conclude con una valutazione, il cui voto viene mediato con quello assegnato sempre alla educazione civica dagli altri insegnati. Se la media sarà pari o superiore al sei problemi non ce ne saranno. Viceversa, si dovrà recuperare prima dell’inizio del nuovo anno scolastico. Come? Con uno o con tutti i docenti? Tutto questo nella prossima puntata della telenovela ministeriale.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×