07/12/2021sereno

08/12/2021rovesci di pioggia

09/12/2021pioggia debole

07 dicembre 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Boati, la terra trema

Primi riscontri sui boati avvertiti a Miane

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Boati, la terra trema

MIANE – A distanza di dieci giorni dal termine del monitoraggio eseguito in via Roma, dove in un paio di case da tempo vengono avvertiti misteriosi boati che di recente si sono intensificati, emergono i primi risultati. Le analisi condotte sul posto dai tecnici dell’Istituto Ogs di Trieste, che avevano collocato due sismografi a Miane, hanno rilevato una correlazione tra boato, paragonato da chi lo ha udito come il fragore di un tuono, e movimento della terra. I testimoni avevano riferito che molto spesso il boato era così forte da far tremare vetri e bicchieri.

 

«Incrociando le registrazioni del nostro sismografo collocato in una delle case e i dati forniti dai residenti, che avevano annotato gli orari dei boati, abbiamo trovato un primo riscontro: alle segnalazioni dei residenti - spiega Pierluigi Bragato del Centro di ricerche sismologiche (Crs) di Udine che fa parte dell’Istituto triestino - corrispondono dei segnali sismici complessi. Segnali - precisa - di intensità molto debole e con effetto molto limitato sul territorio».

 

Il sismografo della rete del Crs collocato sul Col de Varnada, a circa 6 km in linea d’aria da Miane, nelle settimane e nei mesi passati non aveva mai registrato movimenti della terra. Li ha invece registrati l’apparecchiatura collocata in via Roma. «Sono rilevazioni che devono però tener conto delle interferenze del traffico che complica il monitoraggio» evidenzia Bragato.

 

Il monitoraggio in loco di una settimana ha restituito agli esperti del Crs di Udine molti dati, che dovranno essere attentamente analizzati. E verrà ora anche osservato se le piogge di questi giorni potranno avere delle ripercussioni sui boati: «Siamo curiosi di capire se le piogge avranno o meno influenza sul fenomeno» afferma Bragato. Le piogge ebbero effetto sui boati del Fadalto del 2011, messi alla fine in relazione con gli eventi meteo di fine 2010.

 

Da aggiungere, infine, che dei boati vengono avvertiti da tempo anche all’interno di alcune abitazioni della vicina via San Clemente, in territorio comunale di Follina non lontano da via Roma: anche qui potranno essere eseguiti dei monitoraggi.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×