23/06/2024molto nuvoloso

24/06/2024nubi sparse

25/06/2024pioggia debole e schiarite

23 giugno 2024

Nord-Est

Bimba di 5 mesi muore di meningite. I genitori: ci ha regalato i momenti più belli della nostra vita

Due casi di meningite mettono in allerta la regione

|

|

Bimba di 5 mesi muore di meningite. I genitori: ci ha regalato i momenti più belli della nostra vita

PADOVA - Le parole del padre, Marco Canova, sono toccanti e rivelano l'immensa tristezza che la sua famiglia sta affrontando in seguito alla perdita di Leda. "Leda", ha detto il padre ai giornalisti locali, "ci ha regalato i cinque mesi più belli della nostra vita. Adesso quelle che sono state le pagine più dolci della nostra famiglia diventeranno, giorno dopo giorno, un dolore insopportabile."

E' in stato di allarme in Veneto a causa dei recenti casi di meningite batterica. La preoccupazione è cresciuta in seguito alla tragica morte di Leda Canova, una bambina di soli cinque mesi, a Teolo, ai piedi dei Colli Euganei. Entrambi i genitori di Leda lavorano come infermieri presso l'ospedale di Abano, rendendo questa storia ancora più straziante.

Niente faceva presagire la terribile infezione che avrebbe colpito la piccola Leda. Secondo il padre, Marco Canova, la bambina aveva iniziato a sentirsi male il pomeriggio del 27 ottobre. "La sua indisposizione", ha detto il padre tra le lacrime, "aveva portato a una lieve febbre e qualche tosse. Avevamo somministrato della tachipirina e sembrava che stesse migliorando. Ma il suo malessere persisteva e si è manifestato con tosse e difficoltà respiratorie."

Per precauzione, i genitori avevano portato Leda alla Clinica Pediatrica di Padova, dove i medici inizialmente avevano pensato a una forma di bronchiolite. Tuttavia, la situazione si è aggravata, e Leda è stata trasferita al reparto di Terapia Intensiva della clinica. Gli esami successivi hanno rivelato una meningite acuta che aveva già colpito parti vitali, con esiti irreversibili. La piccola Leda è purtroppo scomparsa giovedì scorso, lasciando i genitori nella disperazione.

Nonostante il loro dolore, Marco e Eva Canova hanno scelto di donare gli organi di Leda per salvare altre vite. Due bambini del Padovano e altrettanti del Torinese ora hanno una speranza di vita grazie a questa generosa donazione.

Resta il mistero su come Leda abbia contratto questa infezione fatale, dato che fin dalla nascita non aveva manifestato alcun malessere. La comunità di Teolo si è unita oggi per tributare l'ultimo saluto alla piccola Leda nella chiesa di BresseoTreponti, dimostrando solidarietà verso i genitori e la sorellina di cinque anni.

Nel frattempo, nel Bellunese, il servizio di Prevenzione dell'Ulss Dolomiti ha attuato un piano di prevenzione antibiotica preventiva per le persone che hanno avuto contatti stretti con un diciassettenne colpito da meningite. I sintomi di meningite si sono manifestati sia nel diciassettenne che nella piccola Leda lo stesso giorno, il 27 ottobre. La malattia è nota per essere subdola e può essere confusa con l'influenza, manifestando sintomi come mal di testa e raffreddore.

La speranza è che l'azione preventiva dei sanitari possa evitare ulteriori tragedie come quella che ha colpito la famiglia Canova e scosso la comunità di Teolo. L'importanza della prevenzione e della consapevolezza su questa malattia è ora più evidente che mai, e la regione Veneto è determinata a fare tutto il possibile per proteggere la salute dei suoi cittadini.


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

immagine della news

10/11/2023

Meningite, da inizio anno nove casi in Veneto

Dato l’attuale scenario regionale che ha visto la circolazione del meningococco B tra gli adolescenti, la Regione Veneto ha definito un piano straordinario vaccinale

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×