06/02/2023nuvoloso

07/02/2023sereno

08/02/2023sereno

06 febbraio 2023

Conegliano

BILANCIO DEL NUOVO ASILO NIDO INTERAZIENDALE A UN ANNO DALL’INAUGURAZIONE

Su 42 posti disponibili, attualmente la struttura ospita 20 bambini

| |

| |

Conegliano - A un anno dall’inaugurazione ecco il bilancio dell’asilo nido interaziendale l’Aquilone, in zona industriale a Scomigo: su 42 posti disponibili, attualmente la struttura ospita 20 bambini, numero non così elevato ma che non desta preoccupazioni, in quanto potrebbe aumentare dopo l’estate.

“Le iscrizioni non sono ancora tante ma i genitori dei bambini frequentanti hanno espresso soddisfazione per il servizio offerto, la cui qualità è riconosciuta dalla Regione, secondo la legge 22 sugli asili nido” dichiara la responsabile dell’asilo Roberta Dassi.

Inizialmente l’asilo è sorto con l’obiettivo di ospitare i bambini figli dei lavoratori delle 7 aziende del Consorzio Prealpi Trevigiane, promotore della struttura, che riunisce Irinox, Falmec, Lainox Ali, Permasteelisa, Ristorazione Ottavian, Silca e Tegola Canadese. Poi, considerata l’ampia disponibilità di posti, è stato deciso di dare la possibilità anche ad esterni di usufruire del servizio: ad oggi ci sono 13 bambini “consorziati” e 7 esterni.

L’edificio è un prefabbricato in legno di colore rosso fuoco. L’area coperta misura 364 mq e il giardino, che presto sarà allestito con giochi da esterno, 570 mq. Superata una porticina nell’atrio, dove ci sono la reception e un angolo con divani per accogliere i genitori, i bambini entrano in un mondo costruito su misura, colorato e luminoso, diviso per spazi, dove svolgono attività di tutti i tipi, musica, pittura, manipolazione, psicomotricità, seguiti costantemente dalle educatrici. Al di là di quest’area sono dislocate due camerette arredate con mini lettini in legno, un bagno con fasciatoio, una saletta allattamento. Ci sono poi gli spazi riservati al personale dove i bimbi non possono entrare.

“Pur trovandosi in zona industriale, l’Aquilone non è un ambiente ‘adattato’ ma è nato come asilo, tenendo conto delle esigenze dei bimbi - aggiunge Katia Da Ros, presidente del Consorzio interaziendale- Il mobilio è costituito interamente da materiali naturali e atossici. E’ stato realizzato anche un impianto nuovo da Permasteelisa per la regolazione dell’umidità e della temperatura. Tutta la struttura è composta di pannelli di legno multistrato ed è isolata acusticamente”.

Particolarmente apprezzato da bambini e genitori è il programma didattico, che l’asilo nido intende diversificare ogni anno, proponendo attività giornaliere unite da un filo conduttore. Il tema di quest’anno è il trascorrere del tempo, connesso al cambio delle stagioni: “I bambini sono entusiasti delle attività, grazie alle quali hanno imparato a distinguere i cambiamenti climatici e i frutti di stagione. Insieme abbiamo creato anche un piccolo orticello in giardino e preparato una piantina da regalare per la festa della mamma”, continua Roberta Dassi.

Per quanto riguarda i pasti, l’asilo ha scelto di non avere una mensa interna ma di affidarsi alla ristorazione: “Abbiamo studiato un programma alimentare con una dietista che propone 3 menù diversi a seconda dell’età: da 0 a 9 mesi, da 9 a 12 mesi e da 12 mesi a tre anni, con la possibilità di scegliere un programma personalizzato per eventuali intolleranze del bambino” conclude Roberta Dassi.

Cinzia Agrizzi

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×