03/07/2022poco nuvoloso

04/07/2022pioggia debole e schiarite

05/07/2022pioggia debole e schiarite

03 luglio 2022

Treviso

"Bene l'aperitivo solo al tavolo ma ora fateci aprire per cena fino alle 21.30"

L'appello della Fipe Treviso per la riapertura dei ristoranti:"La cena rappresenta l'80% del fatturato dei nostri associati"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

aperitivo

TREVISO - Da oggi alle 15 alle 18 si può bere e consumare all’intero di bar, caffetterie e osterie solo se si è seduti al tavolo. La nuova ordinanza regionale, in vigore fino al 5 marzo, per evitare assembramenti soprattutto all’ora dell’aperitivo trova l’appoggio degli esercenti trevigiani.

“Ben venga questa scelta - afferma Dania Sartorato presidente della Fipe Confcommercio Treviso - Le folle delle scorso week end, dopo 50 giorni di chiusura, erano impossibili da gestire anche per noi banconieri e baristi. O lavoriamo o vigiliamo. In questo modo, forti dell’ordinanza, possiamo indirizzare i clienti al tavolo e abbiamo la situazione sotto controllo”. Se da una parte la categoria accetta e plaude alla consumazione al tavolo, ora però spinge sulle riaperture serali dopo le 18. “I locali sono stati presi d’assalto nel week-end, ma durante la settimana i locali non sono certo affollati, anzi si fatica. La pausa pranzo di chi è tornato al lavoro fuori casa non copre tutta l’offerta. Per questo chiediamo la riapertura di osterie e ristoranti fino all 21.30 per avere la possibilità di offrire anche la cena che rappresentata l’80% del fatturato dei nostri associati e allo steso tempo garantire il coprifuoco alle 22”, sottolinea Sartorato.

“E’ da tempo che chiediamo la riapertura serale perché i ristoranti con ampi spazi e distanziamento tra i tavoli non hanno il problema degli assembramenti o delle consumazioni in piedi al banco, e possono garantire tutte le misure di sicurezza necessarie”. La Fipe sperava di poter riaprire la sera già per San Valentino, "festa in cui si lavorava molto" - speiga - per poter risollevare gli incassi ma al momento la richiesta, nonostante l’apertura del Comitato tecnico scientifico, è sospesa.

Proprio questo pomeriggio (mercoledì ndr) i rappresentanti della nostra categoria con Confcommercio e le diverse associazioni incontrano il premier incaricato Mario Draghi per una prima fase di concertazione. Speriamo si possa sbloccare qualcosa in tempi rapidi”, si augura la presidente della categoria.

Per molti ristoratori infatti la zona gialla e la riapertura a pranzo non sono sufficienti a garantire entrate superiori ai costi e qualcuno sta valutando di tenere aperto il locale solo nel week end quando c’è la certezza di avere un discreto numero di clienti.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×