27 febbraio 2021

Treviso

Beccati 12 "furbetti" in giro in auto: tutti denunciati

Fermati domenica dai vigili durante i controlli non avevano un valido motivo per spostarsi

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

controllo vigili

SAN BIAGIO - Domenica in casa per la maggior parte della popolazione che rispetta le regole imposte dal decreto dello scorso 8 marzo per arginare il contagio da Covid-19. Ma c’è sempre chi vuole fare il furbo, infischiandosene delle decine di appelli a rimanere in casa.

Così domencia durante i controlli sulle strade gli agenti del corpo intercomunale di polizia locale tra i comuni di San Biagio di Callalta, Monastier di Treviso e Zenson di Piave, hanno fermato e denunciato penalmente ben 12 persone “trovate a circolare con la propria vettura senza poter dimostrare un comprovato motivo del loro spostamento”, si legge nella nota del comune di San Biagio. Nei confronti di questi soggetti si è proceduto con l'elezione di domicilio e nomina di difensore ai sensi dell'art 650 del codice penale, per non aver osservato i provvedimenti dell’autorità.

“Si ricorda che tale inosservanza è punita, se il fatto non costituisce un più grave reato, con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a 206 euro. L’amministrazione comunale unitamente alla polizia locale ringrazia tutti coloro che per senso civico hanno rispettato quanto ci è stato chiesto”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×