20 settembre 2021

Castelfranco

Bastardo e Morlacco del Grappa in mostra domenica con alle 75 specialità

Campocroce è la vetrina dei formaggi di malga provenienti da tutta l'Italia

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Inaugurazione ed. 2020 con  l'assessore regionale alle politiche agricole Giuseppe Pan

BORSO DEL GRAPPA - Sono nozze d'argento, quest'anno, per A.Pro.La.V. (l'Associazione regionale produttori latte veneto) e la mostra dei formaggi di malga, Bastardo e Morlacco, che si tiene ogni anno a Malga Campocroce a Borso del Grappa. Domenica 1 agosto sono in concorso 25 produzioni di Bastardo e Morlacco del Grappa, accanto alle 75 specialità casearie della montagna italiana e dei Presìdi del Triveneto.

Per le malghe del territorio, 13 attive solo a Borso del Grappa, Campocroce è la vetrina per i propri prodotti, Bastardo e Morlacco in particolare, di due tipicità montane a pasta molle e semidura, dal profumo marcato, realizzate con il latte di montagna e l'appuntamento di Campocroce diventa un volano per l'economia locale e le piccole produzioni locali, in un settore che concentra la sua attività produttiva in pochi mesi all'anno. Le malghe del Grappa sono un settore economico di nicchia, ma il lavoro dei malghesi è una delle poche attività che mantengono viva e pulita la montagna.

"Per primi abbiamo avuto l'intuizione che bisognava fare qualcosa, per promuovere i grandi formaggi del Veneto" sottolinea Terenzio Borga, presidente di A.Pro.La.V. "E' iniziato tutto da qui: "Casues Veneti" parte dal Grappa, per arrivare al litorale di Caorle e Bibione con "Un mare di latte e formaggi": sono eventi che servono a far conoscere il settore lattiero-caseario al grande pubblico." Qualche dato: il 90 per cento del latte veneto viene utilizzato per produrre formaggi di pregio e il Veneto è la regione in cui c'è la più alta percentuale di latte del territorio trasformato in DOP, la produzione complessiva nel Massiccio del Grappa è di 700 mila litri di latte di altissima qualità, che si traducono in 77 mila chili di formaggio dalle caratteristiche organolettiche uniche e particolari.

Campocroce è anche una vetrina nazionale del formaggio della montagna italiana, a cui è dedicato un concorso, giunto all'ottava edizione. In gara ci sono 44 produttori con 75 formaggi iscritti, provenienti dalle province di Verona, Vicenza, Belluno, Trento, Udine, Pordenone, Bolzano, Vercelli, Cuneo, Rieti, Avellino, Isernia, L'Aquila.

All'interno della manifestazione, ospiti di eccellenza, i presìdi Slow Food del Triveneto, che dalle 15.00 alle 17 propongono al pubblico presente degustazioni guidate ad inediti abbinamenti tra il Morlacco del Grappa, l'Asiago Stravecchio, il Monte Veronese di malga, il Casolet e il Çuç di Mont, accompagnati dai vini della Tenuta Amadio - Azienda Agricola Rech Simone e le malghe del Friuli Venezia Giulia, che incontrano quelle del Veneto nello stand "Il gusto della montagna", in collaborazione con l'Ersa, Agenzia Regionale per lo Sviluppo Rurale del Friuli Venezia Giulia.

Il programma della giornata inizia alle ore 11.00 con la santa messa presso la chiesetta San Pio X a Campocroce; alle ore 12.00 inaugurazione della rassegna e premiazione dei formaggi in concorso e dalle 15.00 alle 17.00 le degustazioni guidate di Casolet, Çuç di Mont, Asiago Stravecchio, Monte Veronese di malga proposte dai Presidi Slow del Triveneto. Presente alla manifestazione un fornito stand gastronomico, con la possibilità di gustare l'ormai tradizionale spiedo a cura della Pro Loco di Sernaglia (per cui è gradita la prenotazione allo 0422.422040 o inviando una email a info@aprolav.it.)

Info: Cristiana Sparvoli tel. 339.6407633 - email cris58cristiana@gmail.com

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

01/08/2021

Campocroce, la vetrina dei formaggi

Non è mancato il confronto con i "grandi temi del Grappa," mai come quest'anno cruciali per attività che si reggono sul lavoro di pochi mesi

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×