18 giugno 2021

Treviso

Basta Polizia di fronte all'ex caserma Serena

Termina il presidio di fronte al centro di accoglienza di Casier, avviato dopo i momenti di tensione dello scorso giugno

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Polizia all'ex caserma Serena

TREVISO - Basta polizia di fronte all'ex caserma Serena. D’intesa con la Prefettura, nella giornata di ieri la Questura ha disposto la cessazione dei servizi di ordine pubblico presso la ex caserma militare “Serena” di Dosson di Casier.

Il centro di accoglienza straordinario era presidiato da settimane dalle Forze dell’ordine, a seguito delle tensioni che si erano lì verificate a partire dal mese di giugno e della riscontrata positività al virus Covid-19 di oltre 250 ospiti dello stesso centro.

Nell’occasione il Questore di Treviso ringrazia tutto il personale delle Forze dell’ordine che in queste settimane, in condizioni climatiche e ambientali disagevoli, ha garantito la vigilanza alla struttura senza soluzioni di continuità, con grande professionalità e spirito di servizio.

In particolare, hanno prestato servizio in loco il personale della Polizia di Stato, tra cui il Reparto Mobile, l’Arma dei Carabinieri, compreso il Battaglione Mobile di Mestre, la Guardia di Finanza e il contingente dell’Esercito del Plotone “Strade Sicure” del 33° Reggimento EW.

La presenza delle Forze dell’ordine all’esterno della struttura ha impedito eventuali allontanamenti di soggetti contagiati, con potenziale pericolo per la salute pubblica, ed ha inoltre permesso la prosecuzione degli accertamenti sanitari da parte degli operatori della ULSS 2.

Inoltre, è stata portata a termine dalla Digos un’importante operazione di polizia giudiziaria, che ha condotto all’esecuzione di 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti cittadini stranieri lì ospitati, ritenuti responsabili di gravi reati, quali il sequestro di persona e la devastazione commessi durante le rivolte dell’11 e del 12 giugno scorsi, e sui quali sono in corso riscontri per verificare se si siano resi responsabili anche degli episodi di violenza posti in essere di recente presso il centro di accoglienza.
 

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×