01/07/2022velature sparse

02/07/2022poco nuvoloso

03/07/2022poco nuvoloso

01 luglio 2022

Mogliano

Bandiera gialla per la bicicletta a Silea

Riconoscimento da parte della FIAB delle politiche bike friendly del Comune, premiato con 2 “bike smile”

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Bandiera gialla per la bicicletta a Silea

SILEA – Il Comune di Silea è stato insignito del titolo di ComuneCiclabile dalla Federazione Italiana Ambiente e Biciletta, che ogni anno ammette le Amministrazioni più bike friendly d’Italia ad entrare nell’albo d’oro delle “bandiere gialle”. Silea esordisce nella rete ComuniCiclabili con un punteggio da 2 bike smile, in quanto ha attuato numerose scelte politiche a favore della mobilità lenta e presenta diverse infrastrutture lungo l'itinerario BICITALIA 13 Ciclovia Claudia Augusta, messe in rete con altri comuni per garantire continuità e sicurezza sia in ambito cicloturistico, sia per uso quotidiano. Il Comune di Silea è infatti attraversato da oltre 15 km di piste ciclabili, di cui la maggior parte realizzate nel corso del mandato attuale.

“Siamo molto orgogliosi di questo importante riconoscimento, che va a premiare la pianificazione di ampio respiro legata al tema della mobilità sostenibile e del turismo lento: la nostra Amministrazione sta portando avanti scelte di indirizzo in diversi settori, dai lavori pubblici al marketing territoriale, dagli incentivi economici per l’acquisto di biciclette alla promozione di iniziative per il cicloturismo” sottolinea Ylenia Canzian, Assessore allo Spazio Pubblico Bene Comune, delega appositamente attribuita fin da inizio mandato per porre un'attenzione particolare al territorio e alla promozione di politiche per la vivibilità dello spazio pubblico a beneficio di residente e turisti.

“Ottenere riconoscimenti nazionali di qualità, come questa Bandiera Gialla, è segno tangibile di quanto sia non solo possibile ma anche doveroso lavorare bene, sia come singolo Comune, sia in rete con altre Amministrazioni, come il Comune di Treviso, anch’esso parte dei ComuniCiclabili: aderiamo infatti al protocollo d'intesa tra i Comuni dell'IPA Marca Trevigiana e le Associazioni di Categoria per la promozione e gestione del progetto di mobilità sostenibile "Bike to Work Marca Trevigiana”. Siamo un territorio in cui è possibile valorizzare la mobilità lenta e siamo anche sempre più attrattivi per il turismo lento, che può trovare servizi, sicurezza e infrastrutture idonee alle esigenze delle due ruote” conclude il Sindaco di Silea, Rossella Cendron.

I Comuni ammessi nel 2022 sono 5: Bari, Giovinazzo (BA); Mola di Bari (BA); Silea (TV) e Tocco da Casauria (PE) e portano a 161 i territori che hanno ricevuto l’importante riconoscimento ideato dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta FIAB ComuniCiclabili è nato per stimolare le amministrazioni locali nello sviluppo di politiche di mobilità ciclistica: scelte fondamentali per il buon esito della transizione virtuosa delle nostre città. Il riconoscimento attribuisce ai territori un punteggio da 1 a 5, assegnato sulla base di un’analisi oggettiva dei molteplici aspetti che interagiscono con la bicicletta quale mezzo di trasporto sostenibile.

Quattro, in sintesi, le aree di valutazione: mobilità urbana (ciclabili urbane/infrastrutture, moderazione traffico e velocità), governance (politiche di mobilità urbana e servizi), comunicazione & promozione, cicloturismo. La valutazione di quest’anno considera anche gli interventi previsti nel recente Decreto Semplificazioni come, ad esempio, il doppio senso ciclabile e le “strade ciclabili urbane” (cosiddette E-bis), oltre agli “itinerari ciclopedonali” (strade F-bis), che hanno una grande potenzialità in ottica pendolarismo e cicloturismo.

Il punteggio assegnato è indicato con il simbolo dei “bike smile” sulla bandiera gialla di FIAB ComuniCiclabili consegnata al comune insieme al documento di valutazione in cui, oltre alle motivazioni, sono riportati utili suggerimenti per l’amministrazione locale in merito a scelte da intraprendere e interventi da attuare per migliorare nel tempo il livello di ciclabilità già raggiunto. Ogni anno, infatti, FIAB verifica lo stato di tutti i comuni in rete e rinnova il punteggio assegnato, adeguandolo ai passi compiuti dalla singola amministrazione.

“La transizione ecologica deve necessariamente partire da un cambio di paradigma culturale anche in tema di mobilità e le scelte delle amministrazioni sono fondamentali in questo percorso - spiega Alessandro Tursi, presidente FIAB. - Con il progetto ComuniCiclabili vogliamo coinvolgere e indirizzare in modo propositivo le amministrazioni più volenterose mettendo a disposizione le nostre competenze e l’esperienza trentennale di FIAB in materia di mobilità ciclistica, non solo per la valutazione oggettiva del grado di ciclabilità del singolo.


 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×