28 ottobre 2020

Mogliano

AUMENTANO I BUONI PASTO. SEVERONI: «SCELTA OBBLIGATA»

L'assessore moglianese spiega il rincaro dovuto alla difficile situazione economica

| |

| |

AUMENTANO I BUONI PASTO. SEVERONI: «SCELTA OBBLIGATA»

MOGLIANO – A Mogliano aumentano i buoni pasto per gli scolari. L'assessore Federico Severoni (nella foto) spiega come a malincuore la Giunta ha dovuto fare una scelta.

«La situazione economica del nostro comune, figlia di una grave crisi economica nazionale o meglio mondiale, ci ha obbligato ad effettuare alcune scelte dolorose e sicuramente impopolari come l’aumento del prezzo di vendita del buono pasto» dice l’assessore in un apposito intervento. 

«Il prezzo di vendita per l’anno scolastico 2011/2012, come stabilito da una delibera comunale del maggio di quest’anno, è stato fissato a 4,35 euro, indistintamente per il primo o per il secondo/terzo figlio. Purtroppo, l’attuale bilancio comunale, non ci ha permesso di effettuare ulteriori sconti; a differenza degli anni scorsi non è più possibile integrare con le casse comunali, la differenza dai € 5,81 (prezzo di acquisto applicato ad oggi da Mo.Se.) ai € 3,50 /1,50 (prezzo di vendita del buono alle famiglie moglianesi) per ogni pasto prodotto.

Una buona parte del costo di produzione era quindi sostenuto dall’intera comunità: un versamento annuo di oltre 800 000 euro. Risorse che oggi non ci sono più e se mai ci fossero non si potrebbero spendere, visto il vincolo alla spesa posto dallo stritolante patto di stabilità.

Siamo consapevoli (io per primo, avendo due figli in età scolare) che il sacrificio che stiamo chiedendo alle famiglie moglianesi è importante. Probabilmente si potevano fare delle economie immediate intervenendo sulla qualità o sul servizio. Ad esempio togliendo colazioni o merende nelle scuole materne (servizio peraltro non garantito presso altre scuole di comuni a noi vicini) ci avrebbe permesso d’effettuare un risparmio importante.

Sono fiducioso, però che nel corso dell’anno scolastico si possano ottenere da Mo.Se. tutti quei risparmi che ci permetteranno di rivedere il prezzo di vendita del buono pasto. Risparmi che se intaccheranno l’elevato standard qualitativo del servizio attuale, saranno condivise con i rappresentanti dei genitori dei circoli didattici.

Per le famiglie con reddito ISEE inferiore ai 10.632,93 euro è stato finanziato un fondo integrativo di 50.000 euro per cercare di contribuire alla spesa d’acquisto dei buoni. Ricordo, inoltre, che grazie al nostro Assessorato alle Politiche Sociali, al contributo dell’associazione famiglie numerose ma soprattutto alla Regione Veneto, esiste il bonus famiglia» chiude Severoni.

 



Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

immagine della news

12/11/2017

Quartiere in campo per solidarietà

L’Associazione Quartiere Est ha raccolto e devoluto una somma di 1.800 euro, destinata all’acquisto di buoni pasto degli studenti di famiglie in difficoltà

immagine della news

11/09/2013

Per chi suona la campanella

Domani riapre la scuola: a Mogliano confermati tutti i servizi scolastici a supporto delle famiglie

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×