24 febbraio 2020

Treviso

Audiolibri gratis per non vedenti e anziani attraverso l'app

L'iniziativa di Usl 2 e Lions mette a disposizione 10mila libri parlati

Isabella Loschi | commenti |

immagine dell'autore

Isabella Loschi | commenti |

Audiolibri gratis per non vedenti e anziani attraverso l'app

TREVISO - Grazie a Lions italiani e Usl2 anche a Treviso è una realtà la rivoluzione tecnologica degli audiolibri. Un’iniziativa che permetterà di raggiungere numerosi non vedenti, ipovedenti, dislessici, malati ed anziani. Una specifica convenzione è stata siglata ieri a Treviso da Francecso Benazzi, direttore generale dell’azienda sanitaria, e Andrea Mazzanti, officer del distretto Lions 108Ta3.

Nello specifico, i Lions di San Donà di Piave hanno costituito un comitato, allargato anche ad altri componenti del distretto – che comprende le province di Venezia, Treviso, Padova, Rovigo – per gestire un service e fornire il servizio “libro parlato” attraverso una semplice applicazione da scaricare su smartphone e tablet la quale permetterà di ascoltare oltre diecimila libri parlati, cioè letti da voce umana e anche registrare la lettura dei libri e renderla disponibile ad altri con pochi semplici clic. “Un'evoluzione tecnologica al passo con i tempi - sottolinea Andrea Mazzanti, officer del distretto 108Ta3, promotore delle app - destinata ad aiutare non solo le persone affette da cecità o ipovedenza ma anche, nella sola Italia, tantissimi dislessici oltre a un esercito di disabili, anziani e persone ammalate e impossibilitate a leggere".

Come funziona l'applicazione? È sufficiente scaricarla dal proprio store Apple o Google e registrarsi (12 mila utenti lo sono già). L'app è pensata per poter funzionare anche con l'ausilio vocale attivabile al tatto. In modo semplice, l'utente potrà entrare nell'area download, dove scaricare nel proprio apparato i libri prescelti, suddivisi e ricercabili per testo, titolo, autore, materia, lingua, anno e editore. Una volta scaricato il libro parlato viene ascoltato tramite un lettore audio semplice ma dotato di tutte le funzionalità necessarie e senza la necessità di una connessione internet.  I libri scaricati sono poi accessibili dalla sezione "archivio". Grazie all'apposita sezione “donatori di voce” chi è interessato a questa meritevole attività volontaria potrà realizzare un “provino” di lettura che dovrà essere inviato alla commissione di valutazione delle App Libro Parlato Lions di San Donà di Piave direttamente tramite l'app. Superato il provino, il donatore di voce, inizierà a proporre i titoli da registrare e potrà poi registrarli direttamente nell’app che provvederà ad inviarli per la revisione finale e a pubblicarli, rendendoli disponibili ovunque nel mondo.

“E’ una bellissima iniziativa – evidenzia Francesco Benazzi – che abbiamo sottoscritto ed accolto con entusiasmo. I Lions confermano anche in questa circostanza l’insostituibile apporto che viene dal mondo del volontariato al nostro lavoro, soprattutto nel campo dell’umanizzazione. La app che mettono a disposizione significa per coloro che non possono più leggere ritornare in confidenza con i libri e riappassionarsi. L’importanza della lettura la conosciamo tutti anche quando è ascoltata. Significa ritrovare un proprio spazio di serenità, aprire le porte alla conoscenza e mantenere vive le funzioni cognitive. Ringrazio i Lions per questo servizio”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×