28/06/2022pioggia debole

29/06/2022pioggia debole e schiarite

30/06/2022nubi sparse

28 giugno 2022

Vittorio Veneto

"Atti vandalici, degrado e imbrattamenti nel parcheggio di Piazza Meschio"

Il sindaco Antonio Miatto ha risposto all’interrogazione presentata dal consigliere Alessandro De Bastiani

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

VITTORIO VENETO - “Atti vandalici e degrado”. I problemi relativi al parcheggio interrato di Piazza Meschio sono emersi durante il consiglio comunale di martedì sera: il sindaco Antonio Miatto, infatti, ha risposto all’interrogazione presentata dal consigliere Alessandro De Bastiani. Qualche giorno fa le sbarre del parcheggio sono state abbassate, e attualmente l’ingresso è consentito solo agli utenti autorizzati. Come previsto dalla convenzione stipulata tra il privato e il comune, in futuro 40 stalli del primo piano interrato saranno destinati ad uso pubblico e potranno essere utilizzati pagando il ticket o l’abbonamento.

 

Gli altri posti saranno invece destinati ad uso privato. Il documento, però, deve essere depositato presso un notaio, e diventerà “esecutivo” solo al termine dell’iter burocratico. Come ha spiegato Miatto, l’atto di costituzione della servitù di uso pubblico dovrebbe essere sottoscritto dal comune e dai condomini “nel giro di un paio di settimane”.

 

Il sindaco ha anche illustrato la risposta inviata dalla ditta che detiene la proprietà del parcheggio. “La costituzione della servitù di uso pubblico e la gestione degli stalli pubblici sono ancora in corso di attuazione e gli strumenti tariffari concordati non sono attivi fino alla sottoscrizione di questa convenzione. Al perfezionamento dell’accordo notarile seguirà il perfezionamento dei parcometri e della cassa continua. La via per aprire il parcheggio è tracciata, si tratta solo di attendere la formalizzazione degli atti necessari”, ha dichiarato Miatto.

 

Il primo cittadino ha sollevato, però, un’altra questione. “Il parcheggio fino ad oggi non è stato utilizzato in maniera tanto educata (da soggetti indesiderati, ndr)”, ha reso noto il sindaco, che ha parlato anche di “imbrattamenti e scaricamenti degli estintori per dispetto”. “Alcuni, nottetempo, hanno utilizzato i parcheggi per consumare cibi e presumibilmente droghe. In estate i condomini hanno deliberato, durante l’assemblea condominiale, la chiusura del parcheggio, rimasto comunque accessibile ai cittadini”, ha dichiarato ancora il primo cittadino.

 

“Con la prossima apertura definitiva del parcheggio, che comporterà anche la sua messa in sicurezza, si confida di ridare ai condomini quella tranquillità che è mancata e che in qualche modo giustifica l’attuale abbassamento delle sbarre all’ingresso”, ha concluso Miatto.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×