28/06/2022pioggia e schiarite

29/06/2022nubi sparse e temporali

30/06/2022nubi sparse

28 giugno 2022

Cronaca

Attacco hacker Ulss 6, dg: "Siamo vittime di delinquenti senza scrupoli ma non pagheremo alcun riscatto"

"L'Azienda Ulss 6 è in possesso del 100% dei dati e non ha perso alcun elemento rispetto alla situazione antecedente l'attacco informatico del 3 dicembre scorso"

|

|

Attacco hacker

PADOVA - "Siamo stati vittime di delinquenti senza scrupoli che, grazie a sofisticate tecniche informatiche, hanno superato il sistema di sicurezza dell'Azienda, cercando di prendere in ostaggio dati e informazioni. I cybercriminali si sono introdotti nell''abitazione informatica' dell'Ulss 6 così come fanno i ladri che, purtroppo, quotidianamente si introducono nelle case degli onesti cittadini in barba a sistemi di sorveglianza e di allarme". Lo dice il Direttore Generale Paolo Fortuna dell'Azienda Ulss 6 Euganea in merito all'attacco hacker subito il 3 dicembre scorso, sottolineando "di aver mantenuto il più stretto riserbo nel pieno rispetto del lavoro della Procura e degli investigatori, lavoro che, è bene ricordarlo, è ancora in corso".

Una intromissione di cui si devono ancora accertare i danni. "A differenza dei normali furti, dove l'ammontare del bottino è immediatamente quantificabile, al momento non possiamo ancora sapere con certezza - aggiunge - se i malviventi siano riusciti a venire in possesso di informazioni, in che quantità e di che genere esse siano". "Quello che posso affermare con assoluta certezza invece è che nessun riscatto è stato o sarà mai pagato dall'Ulss 6 Euganea. Con altrettanta certezza - sottolinea il dg - posso dire anche che l'Azienda Ulss 6 è in possesso del 100% dei dati e non ha perso alcun elemento rispetto alla situazione antecedente l'attacco informatico del 3 dicembre scorso".

Questo ha permesso alla nostra struttura di reagire velocemente riattivando, nel minor tempo possibile, la quasi totalità dei servizi e delle prestazioni per i cittadini. "Ci preme sottolineare anche che la collaborazione con la Procura, le forze dell'ordine e il Garante per la Privacy è stata costante sin dal primo momento. In particolare il confronto e lo scambio di informazioni con l'Authority - concude Fortuna - nel pieno rispetto dei diversi ruoli, è continuativo e continuerà anche nelle prossime settimane".

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

immagine della news

24/03/2022

Attacco hacker contro Trenitalia

"Allo stato attuale non sussistono elementi che consentano di risalire all'origine e alla nazionalità dell'attacco informatico"

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×