23 ottobre 2021

Cronaca

AstraZeneca, Zaia: "Tragedia se Ema sospende vaccino"

"Oggi 1.111 contagi"

|

|

Luca Zaia

VENETO - "Se Ema sospende AstraZeneca sarà una tragedia perché dovremo pensare solo a fare richiami". A paventare il rischio è il presidente del Veneto Luca Zaia che oggi nel corso del punto stampa spiega: "Su AstraZeneca attendiamo il verdetto di oggi pomeriggio dell'Ema. Io non sono d'accordo comunque sull'andare avanti tranquillamente perché ormai si capisce che il rischio concreto è che si tolgano tutti gli under 65 o di arrivare addirittura ad una sospensione. Se prendiamo la 'via tedesca' quindi riservare AstraZeneca agli over 65 a quel punto avremo tutto uno spettro di cittadinanza che non si riuscirà più a vaccinare con AstraZeneca. E il rischio è quello di utilizzare solo Moderna o Pfizer che sono gli stessi vaccini utilizzati per anziani e categorie fragili".

Per Zaia, "se AstraZeneca scompare da un grande target di età, la campagna vaccinale rischia di rallentare non poco. Anche perché i richiami come in Germania, si faranno solo con Pfizer o Moderna". Così il presidente del Veneto ha avvertito: "A parità di forniture noi riusciremo a fare solo richiami e questa è davvero una tragedia".

"Sui vaccini non ci possono essere opposizioni ideologiche: sono prodotti della scienza e la politica non c'entra", continua Zaia sul tema dell'utilizzo di vaccini come lo Sputnik o quello cinese: "Per il primo non ho novità dico solo che come per la diagnostica se un Paese del G8 approva un dispositivo può essere utilizzato anche in Italia lo stesso deve accadere per i vaccini: se sono approvati dall'autorevole Fda americana non capisco perché poi ci deve essere un'ulteriore approvazione da Ema e Aifa", ha spiegato.

Sono 1.111 i nuovi contagi di coronavirus in Veneto secondo i dati del bollettino di oggi, 7 aprile, illustrati dal presidente della regione Luca Zaia. Si registrano altri 67 morti, che portano a 10.837 il totale dei decessi dall'inizio della pandemia di Covid-19. Da ieri sono stati processati 43.966 tamponi, l'indice di positività è al 2,53%. Attualmente i positivi nella regione sono 35.537. I pazienti in ospedale sono 2.298, in aumento di 11 unità rispetto a ieri: di questi, 1.975 (+3) sono ricoverati in area non critica e 323 in terapia intensiva (+8).
 

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×