05 agosto 2020

Oderzo Motta

Assalti ai distributori: 5 arresti (VIDEO)

Banda rumena accusta di 70 colpi in Triveneto

|

|

SAN POLO DI PIAVE - Una banda composta da 5 romeni, specializzata in assalti a bancomat e a colonnine di pagamento di distributori di benzina, è stata sgominata dalla Polizia di Treviso. I romeni sono stati bloccati nella notte dalla squadra mobile in una casa di San Polo di Piave dove avevano trovato rifugio dopo aver fatto due 'colpi' a pompe di benzina di Gonars (Udine). La banda è sospettata di una settantina di colpi nel Triveneto.

 

L'operazione, ha detto il questore di Treviso Carmine Damiano, "é la risposta immediata e più appropriata che la Polizia di Stato ha saputo dare a questa ondata di criminalità che ha interessato il Triveneto in quest'ultimo periodo". Gli assalti a bancomat e pompe di benzina avevano creato negli ultimi mesi un particolare allarme e il fenomeno sarà tra gli argomenti della riunione di domani nella prefettura di Venezia tra i vertici delle forze dell'ordine. Come in altre operazioni anche in quest'ultima è emerso un modus operandi simile tra le diverse bande di criminali, spesso collegate tra loro.

 

Dei cinque indagati, secondo quanto si è appreso, due avevano la funzione di 'vedette', mentre gli altri tre agivano sugli obiettivi. Nell'irruzione della casa di San Polo di Piave la polizia ha recuperato, tra l'altro, denaro in contante, casseforti, ricetrasmittenti e attrezzatura usata negli assalti. Nei colpi alle pompe di benzina i malviventi recidevano alla base con una sega elettrica le colonnine di pagamento portandole in un luogo sicuro dove poi venivano svuotate.

 

L'indagine è iniziata un mese fa dopo l'intervento di una volante a un distributore di benzina di San Biagio di Callalta, preso di mira dai criminali che fuggirono per la campagna abbandonando sul posto attrezzi e auto.

 

 

A finire in manette Giulian Antochi, 21 anni, imprenditore, la convivente 22enne Adelina Sabina Martinut, badante, Roberto Zota, 23 anni, operaio, e la sua compagna, Madalina Ninela Vusca, 28 anni, addetta in un call-center, oltre ad un ragazzo di 17 anni. I cinque componenti della banda avevano un lavoro in regola e nel fine settimana si davano ai furti. Quando gli agenti della mobile sono arrivati nell’abitazione di San Polo di Piave li ha colti mentre si stavano spartendo il denaro appena rubato.

 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×