12/08/2022pioggia e schiarite

13/08/2022velature lievi

14/08/2022velature lievi

12 agosto 2022

Treviso

In arrivo un milione e mezzo dal Gse per la scuola media di Postioma

A giugno via ai lavori per l'efficientamento energetico e miglioramento delle condizioni di protezione dai terremoti

|

|

In arrivo un milione e mezzo dal Gse per la scuola media di Postioma

PAESE - Efficientamento energetico e miglioramento delle condizioni di protezione dai terremoti: al Comune di Paese arriveranno quasi un milione e mezzo dal Gestore Servizi Energetici per la scuola e la palestra delle “Medie” di Postioma. Al finanziamento si aggiungeranno circa 200 mila euro di fondi propri dell'Amministrazione per il cambio di tutti i serramenti.

 

“Si tratta – ha detto Katia Uberti, sindaco di Paese – di un intervento che va nella direzione di rendere la scuole del nostro Comune sempre più efficienti dal punto di vista infrastrutturale. I lavori che riguardano le scuole medie di Postioma sono in realtà solo un tassello del vasto programma di ammodernamento dei plessi scolastici con cui vogliamo rispondere alle esigenze delle famiglie e degli alunni. E' un impegno preciso che è stato preso all'avvio di questo mandato e che vogliamo mantenere”. I lavori di ristrutturazione, che partiranno nel mese di giugno 2022, saranno finalizzati, per quanto riguarda rendere più efficiente l'edificio dal punto di vista energetico, alla coibentazione delle pareti perimetrali (con cappotto esterno) e dei fabbricati sull’estradosso, alla sostituzione dei serramenti originari con moderni infissi a taglio termico, al rifacimento completo degli impianti di climatizzazione invernale mediante smantellamento dei generatori esistenti e all'installazione di una pompa di calore elettrica del tipo aria aria polivalente con recupero termico di adeguata potenza. E' prevista anche l'installazione di nuova pompa di calore ad accumulo integrato da 60/80 litri nei locali dei bagni non serviti dall’impianto centralizzato, l'installazione di impianto di automazione degli edifici nella scuola, la posa e messa in funzione di un impianto fotovoltaico, in copertura di 50 kWp costituito e alla sostituzione degli apparecchi di illuminazione ordinaria con nuovi apparecchi con sorgente LED.

 

E' previsto anche un intervento sulle barriere architettoniche, per dare la possibilità alle persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale di raggiungere l'edificio, di entrarvi agevolmente e di fruirne spazi e attrezzature in condizioni di adeguata sicurezza e autonomia. I lavori prevedono poi la sistemazione della pavimentazione in corrispondenza dell’ingresso principale, che vede la presenza di una soglia marmorea attualmente disconnessa, con la rimozione e la sostituzione con una rampa di raccordo; per l’ingresso al campo da gioco la rampa stessa sarà estesa per adeguarne l’inclinazione mentre sarà realizzato un bagno per disabili negli spogliatoi riservati agli insegnanti. A completamento delle opere saranno ripristinate le pavimentazioni esterne intorno all’edificio, con una superficie che sia adatta allo scorrimento delle carrozzine per i portatori di disabilità fisica Ai fini dell’adeguamento alle normative di prevenzione incendi, nell’ottica della gestione globale del complesso scolastico, sarà realizzata una serie di interventi che vanno dal collegamento dell’attuale impianto idrico antincendio al nuovo gruppo di pressurizzazione - a servizio della vicina scuola primaria - fino alla realizzazione di un impianto antincendio interno. Saranno installate anche un evacuatore di fumo e calore in sommità alla scala interna verrà adeguato l'impianto di illuminazione di sicurezza. Per la sicurezza antisismica saranno invece realizzati, tra gli altri, dei setti sismoresistenti posizionati negli angoli dell’edificio e verrà eseguita la rimozione elementi secondari prefabbricati in facciata ed in cornice. OT

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

26/04/2022

Paese, fino al 1 luglio non si pagheranno i plateatici

La misura è stata presa dalla Giunta comunale e “allunga” di tre mesi il periodo dopo la fine dello stato di emergenza fissato al 31 marzo. Il sindaco Uberti: “Misura decisiva per favorire la ripartenza”

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×