07/12/2021velature lievi

08/12/2021rovesci di pioggia

09/12/2021pioggia debole

07 dicembre 2021

Treviso

In arrivo 8.500 nuovi cestini: più differenziata, più riciclo, minori abbandoni

Cestini pubblici, che da fine mese Contarina inizierà ad installare lungo vie e strade del territorio

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

cestini pubblici

SPRESIANO - Presentate oggi ai Sindaci le nuove attrezzatture, che renderanno più efficiente la gestione dei rifiuti nelle aree pubbliche grazie ad un investimento di 2milioni e mezzo di euro. Ad ogni zona corrisponde una specifica tipologia di contenitore, appositamente studiato per integrarsi nel contesto circostante. Da fine mese verrà avviata la sostituzione degli attuali cestini, per coprire l’intero territorio le attività proseguiranno per 5 anni.

Nuovi, personalizzati in base al contesto, distribuiti nel territorio e pensati per una corretta raccolta differenziata dei rifiuti anche fuori casa. Queste le caratteristiche degli oltre 8.500 nuovi cestini pubblici, che da fine mese Contarina inizierà ad installare lungo vie e strade del territorio. L’iniziativa - promossa dal Consiglio di Bacino Priula alla fine del 2019 con il coinvolgimento e l’apporto delle Amministrazioni comunali – è stata studiata e calata sul territorio servito per garantire un maggior decoro urbano, ridurre gli abbandoni e migliorare il servizio. Un progetto ampio e variegato che, grazie ad un investimento di circa 2milioni e mezzo di euro, coinvolgerà tutti i 49 Comuni del Bacino Priula per una durata di 5 anni.

In fase progettuale, ogni singolo Comune è stato analizzato con lo scopo di individuare delle zone con caratteristiche omogenee in base a: rifiuti prodotti, superficie e livelli di frequentazione. Ne sono state riconosciute cinque:

• grandi parchi
• aree verdi urbane
• centri storici e piazze principali
• aree urbane
• aree sgambatura cani

Per ognuna di queste, il servizio proposto si diversifica attraverso differenti tipologie di contenitori con varie dimensioni, frequenze di svuotamento personalizzate e diversi tipi di rifiuti raccolti.

Caratteristiche dei nuovi cestini
Tutti i nuovi cestini hanno una finitura anticorrosione e antigraffito garanzia di 10 anni, robusti ma leggeri: alcuni modelli sono realizzati in simil corten, mentre altri sono costituiti da una monoscocca in alluminio. Hanno una struttura compatta con la bocca di conferimento di dimensioni ridotte e una copertura che impedisce di infilare sacchetti interi nei cestini, evitando così gli abbandoni e l'effetto “tappo” che ne blocca l’utilizzo. Le nuove attrezzatture hanno un sistema che agevola lo svuotamento da parte dell’operatore, grazie ad appositi reggisacco e una serratura con chiave che facilita l’apertura. Tutti i cestini sono dotati di un transponder per monitorare lo svuotamento; inoltre, nei grandi parchi la metà dei cestini avranno installato anche un sensore che ne monitora il grado di riempimento per verificarne l'utilizzo e strutturare il servizio in maniera più adeguata alle effettive esigenze.

Gestione integrata
Non cambiano solo le strutture, ma viene rivisto l’intero servizio svolto dai cestini, che diventano tutti di proprietà di Contarina; in passato, invece, i Comuni ne erano i proprietari. L’azienda trevigiana si occuperà quindi della loro intera gestione: svuotamento, acquisto e installazione, manutenzione e sostituzione. Con la sostituzione dei vecchi cestini sarà rivista anche la loro distribuzione nel territorio, oltre alle frequenze di svuotamento, personalizzate in base al tipo di area.
 

 


| modificato il:

Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×