24 novembre 2020

Cronaca

Arriva il 'Tinder' per oranghi. Allo zoo il partner si sceglie sul tablet

|

|

Arriva il 'Tinder' per oranghi. Allo zoo il partner si sceglie sul tablet

Il colpo di fulmine può scattare via tablet non solo per uomini e donne, ma anche per i loro 'parenti stretti': le scimmie. Succede in Olanda dove uno zoo ha sviluppato il 'Tinder per oranghi', un sistema attraverso il quale questi primati possono scegliere il loro partner da catalogo. Obiettivo: tracciare le preferenze di accoppiamento degli ospiti e migliorare le loro chance di avere un incontro intimo a due. Anche perché il 'consorte prescelto' potrebbe arrivare da molto lontano, per esempio da Singapore.

L'esperimento ha una durata di 4 anni. Gli esperti del parco Apenheul di Apeldoorn mostreranno - sul tablet - a Samboja, orango femmina di 11 anni, dei potenziali compagni da un programma di allevamento internazionale.

La speranza, come ha spiegato ai media olandesi un biologo comportamentale dello zoo, è di avere alla fine una visione più completa di come gli oranghi fanno le loro scelte di accoppiamento. "Quando un maschio e una femmina sono al primo incontro le cose non vanno sempre bene - osserva l'esperto citato dal 'Telegraph' online - Spesso, gli animali vengono riportati allo zoo dal quale sono venuti senza essersi accoppiati".

L'esperimento del 'Tinder' poggia su una visione più ampia riguardo al ruolo giocato dalle emozioni nelle relazioni fra scimmie. "L'emozione - sottolinea il biologo - ha una grande importanza evolutiva. Se in natura non la interpretiamo correttamente può essere la nostra fine". In esperimenti precedenti, i custodi dello zoo hanno mostrato ad alcuni bonobo e oranghi le immagini dei loro simili su un dispositivo touchscreen. In alcune immagini, i primati avevano espressioni neutre. In altre venivano mostrati con espressioni di rabbia o felicità. E gli animali che osservavano le foto sono risultati attenti alle emozioni. Il problema con il programma Tinder è che ancora non si è trovato un tablet 'a prova di orango': quando Samboja lo ha ricevuto, lo ha subito distrutto. Al momento, dunque, le immagini dei potenziali partner le vengono mostrate attraverso uno schermo da un 'terzo incomodo', un operatore. Nella speranza che arrivi un dispositivo ultraresistente che la scimmia possa tenere in mano e utilizzare da sola.

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×