05/12/2021rovesci di pioggia

06/12/2021sereno

07/12/2021velature lievi

05 dicembre 2021

Castelfranco

Arriva al cinema "L'arminuta", film tratto dal libro premiato ad Asolo

Tratto dal libro omonimo della scrittrice teramese Donatella di Pietrantonio, che ha vinto il Premio Segafredo Zanetti Città di Asolo "Un libro, un film" all'interno del Festival Viaggiatore

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Donatella di Pietrantonio

ASOLO - Dopo le riprese ad Asolo di alcuni programmi nazionali, con l'uscita il 21 ottobre nelle sale di tutt'Italia del film di Giuseppe Bonito "L'arminuta", tratto dal libro omonimo della scrittrice teramese Donatella di Pietrantonio, il nome di Asolo si conferma legato anche al cinema. Il libro, edito da Einaudi nel 2017, proprio nello stesso anni aveva vinto anche il Premio Segafredo Zanetti Città di Asolo "Un libro, un film" all'interno del Festival Viaggiatore, un festival diffuso delle terre dell'Asolano e del Monte Grappa, che ha la peculiarità di segnalare e premiare le opere letterarie che hanno tutte le caratteristiche per diventare film o serie tv. 

A vincere, nel 2017, un'emozionata e ancora poco nota, Donatella di Pietrantonio e questa è la prima volta, in sette anni dalla fondazione del Premio, che un libro vincitore attraversa tutti i passaggi della filiera cinematografica e approda nelle sale. "Ovviamente non possiamo che essere felici di questo" conferma Emanuela Canazi, direttore artistico del Festilval del Viaggiatore "il premio conferma la sua vocazione, ovvero quella di essere in grado di individuare opere di grande potenziale cinematografico, in cui la possibile trasposizione sul grande schermo, ha ottime possibilità di trovare attuazione."

 

"Ricevere il Premio è stata una grande emozione, proprio perchè era un premio particolare, con un'ottica orientata al cinema" sottolinea la scrittice a quattro anni dalla vittoria " L'ho sentito come un buon auspicio. Non osavo neppure sognare che una mia storia potesse diventare un film.Sono molto grata a Giuseppe Bonito, che ha creduto in questo romanzo e nella possibilità di tradurlo nel suo linguaggio: lo ringrazio soprattutto per la grande sendibilità e la misura con cui ha saputo trattare personaggi e temi difficili."

 

Il film, distribuito da Lucky Red è ora candidato agli Oscar 2022. Andrea Occhipinti, fondatore della casa di produzione Lucky Red, a sua volta, è stato padrino dell'edizione 2016 del Festival del viaggiatore e ospite in più anni, compreso il 2021. Oltre ad Occhipinti, la giuria qualificata è composta, tra gli altri, da Maria Pia Ammirati, direttore di Rai Fiction, Riccardo Tozzi, fondatore di Cattleya, Antonietta De Lillo, fondatrice di Marechiaro Film, Silvia Bizio, produttrice.

 

"Ricordo benissimo la sera di quattro anni fa, in cui fui ospite ad Asolo, al festival dove l'anno prima era stata ospite Donatella: il bellissimo romanzo che avevo deciso di far diventare un film, aveva vinto il premio." annota il regista "Quella sera, tra le altre cose, dissi che mi sentivo estremamente grato verso Donatella che mi aveva accolto e ospitato nel mondode L'Arminuta di cui mi accingevo a scrivere la sceneggiatura, con Monica Zapelli e la stessa autrice. Oggi che il film è terminato ed è pronto ad affrontare le sale e il pubblico, continuo a sottoscrivere quelle parole, con la consapevolezza di aver vissuto la stessa esperienza straordinaria di quei viaggiatori che, pensando di fermarsi in un posto per poco tempo, vi rimangono invece a lungo."

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×