03 giugno 2020

Treviso

Aria inquinata a Treviso, dopo 8 giorni consecutivi sopra i limiti è ancora stato di allerta “arancione"

Da venerdì livello di criticità "arancione" anche nella zona di Castelfranco, resta "verde" solo Conegliano

| Isabella Loschi | commenti |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi | commenti |

bloco auto

TREVISO - Dopo il passaggio di una modesta perturbazione nei giorni scorsi che ha contribuito ad abbassare le concentrazioni di polveri sottili presenti nell’aria anche a Treviso, pur rimanendo oltre i limiti di 50 microgrammi per metro cubo consentiti per legge, da oggi la pressione in Veneto sarà in aumento. E per la qualità dell’aria non si prospetta nulla di buono.

Almeno fino a venerdì 31 gennaio, il tempo sarà stabile senza precipitazioni e con venti in prevalenza deboli, ad eccezione di una residua modesta ventilazione nord-orientale fino alle ore centrali di giovedì in prossimità della costa. Pertanto le condizioni meteorologiche risulteranno in prevalenza favorevoli al ristagno degli inquinanti.

A Treviso si registrano già 8 giorni consecutivi di superamento del limite e, secondo l’Arpav, per quanto riguarda i livelli di criticità, permane lo stato di allerta "arancione" sia nella zona di Treviso che di Mansuè, dove sono presenti le centraline Arpav. A partire da domani il livello "arancione" anche nella zona di Castelfranco Veneto. Solo Conegliano resta ancora al livello di criticità “verde”.

 

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×