28 novembre 2020

Nord-Est

Anziana va a funghi e non torna a casa: la cerca tutto il paese e la trovano tra rovi e cespugli

La donna è stata ritrovata in serata dal Soccorso Alpino. Nel pomeriggio invece un uomo era ruzzolato da un sentiero per una quindicina di metri

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

soccorso alpino

CLAUT (PORDENONE) - Un sessantanovenne di Claut è stato soccorso ieri sera dai tecnici della stazione Valcellina del Soccorso Alpino.

Poco prima dell'imbrunire l'uomo è caduto in bosco, non lontano dalla strada che dalla frazione di Lesis di Claut sale verso il Pradut, ruzzolando per una quindicina di metri lungo un pendìo.

Da qui, trascinandosi, è riuscito a raggiungere l'amico che si era fermato nei pressi di un rustico poco lontano: è stato l'amico a chiamare i soccorsi, dato che a quel punto, a causa delle contusioni e dei traumi riportati in tutto il corpo e dello sforzo compiuto per trascinarsi, l'uomo non riusciva più a proseguire e a raggiungere la strada.

I tecnici del Soccorso Alpino lo hanno raggiunto in una quindicina di minuti a piedi, l'hanno imbarellato e riportato a livello della strada dove ad attendere c'era l'ambulanza che lo ha condotto a Pordenone.

A Claut sono arrivati anche i Vigili del Fuoco.

Mentre a Tarcento (Udine) è stata riportata a casa incolume l'ottantasettenne di Sammardenchia che non aveva fatto rientro a casa dopo essere andata a castagne nei boschi attorno a casa.

Tutto il paese, assieme ai parenti più stretti, si è messo sulle sue tracce assieme ai soccorritori del Soccorso Alpino di Udine per battere i dintorni. La donna era uscita alle 15 e non aveva fatto rientro e intorno alle 18 i figli hanno iniziato a cercarla per poi chiamare, all'imbrunire, il NUE112.

La donna è stata ritrovata in un punto di fitta vegetazione da cui non riusciva a muoversi, essendo calato il buio, dopo aver percorso alcuni sentieri ed essersene allontanata troppo prendendo una traccia in discesa poi diventata cieca.

Per portarla via da lì è stato necessario aprire un varco - e anche qui la collaborazione dei compaesani è stata un tutt'uno con quella dei soccorritori - tra rovi e altri cespugli e terreno fangoso per far passare agevolmente la barella, che in alcuni tratti in traverso e in discesa è stata assicurata con la corda.

L'intervento si è concluso intorno alle 21.30. Sul posto sono arrivati anche i Vigili del Fuoco.

 



Gianandrea Rorato

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×