18 settembre 2021

Treviso

Al "Duca" gli studenti a distanza non sono lasciati soli

Inaugurato il Servizio di Assistenza Psicologica d’Istituto per chi incontra difficoltà ed è in cerca di orientamento

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

Duca degli Abruzzi a Treviso

TREVISO - Che soffrano – e non poco – per l’isolamento e la mancanza di relazioni a cui questa pandemia li condanna da ormai un anno, trascorso in una scuola virtuale, lo sostengono tutti e in molti si stracciano anche le vesti. Dal dire al fare però ce ne passa. Molti meno sono infatti quelli che pensano per davvero a come poter dare una mano ai ragazzi delle superiori in questo momento dagli esiti imprevedibili. E per questo da non sottovalutare. E se la scuola in presenza non ha ripreso come era invece stato promesso, c’è chi non ha voluto continuare a lasciare soli i suoi studenti.

Il liceo “Duca degli Abruzzi”, con l’inizio del 2021, ha inaugurato il SAPI, Servizio di Assistenza Psicologica d’Istituto, affidandolo a un suo docente, il prof. Francesco Liut, iscritto all’Albo degli Psicologi del Veneto. Un progetto che si innesta, ampliandolo, sul servizio svolto dal CIC ma con un obiettivo specifico e di stringente attualità: venire incontro alle particolari esigenze che sono emerse nel prolungato periodo della didattica a distanza. Uno sportello per gli studenti del “Duca”, ma anche per le loro famiglie e per gli insegnanti. Perché “a distanza” le fatiche e le difficoltà – come si è visto – si moltiplicano e la scuola però deve poter continuare nel suo corso più regolare possibile, pur nell'attuale emergenza.

Dal “Duca” spiegano che ”la finalità dello sportello psicologico rivolto agli studenti è fornire una consulenza in grado di recepire le richieste di allievi in difficoltà o desiderosi di orientamento per problemi di natura pedagogica, psicologica e sociale o interessati ad avere una condivisione di piccole-grandi curiosità o di dubbi sulla crescita. Tali colloqui non hanno una finalità terapeutica: costituiscono uno strumento in più per gli studenti, che a volte, per alcuni problemi o curiosità, non si rivolgono direttamente ai loro genitori ed educatori”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×