06/12/2022nubi sparse

07/12/2022foschia

08/12/2022poco nuvoloso

06 dicembre 2022

Esteri

Afghanistan, le regole dei Talebani: "Presentatrici tv devono coprire il volto"

In Afghanistan, vietato mostrare il volto in tv per le donne che lavorano per i media locali

|

|

Afghanistan, le regole dei Talebani:

MONDO - I Talebani non si fermano. In Afghanistan, vietato mostrare il volto in tv per le donne che lavorano per i media locali. "L'Emirato islamico con un nuovo ordine chiede che tutte le presentatrici in tutti i canali tv abbiano il volto coperto durante la conduzione dei programmi", scrive in un tweet ToloNews dopo che nei giorni scorsi i Talebani, dallo scorso agosto di nuovo padroni dell'Afghanistan, hanno annunciato la decisione di rendere obbligatorio il velo integrale mentre cresce l'allarme per i diritti delle donne.

 

E ToloNews aggiunge che "rappresentanti dei ministeri della Prevenzione del vizio e della promozione della virtù e dell'Informazione e della Cultura, informando il Gruppo Moby, hanno parlato di una decisione definitiva che non è in discussione". Sulla "base delle informazioni ricevute ToloNews, l'ordine riguarda tutti i media in Afghanistan".

 

E l'ordine, ha precisato uno produttore citato dall'agenzia Dpa, implica "siano visibili solo gli occhi delle presentatrici". Sui social media hanno iniziato a circolare foto di conduttrici con mascherine nere indossate per coprire il volto avvolto nel velo. Ma non ci sarebbe un nuovo annuncio pubblico da parte dei Talebani dopo il decreto diffuso a inizio mese che impone alle donne di coprire tutte le parti del corpo, volto compreso, ad eccezione degli occhi. Le notizie arrivano dopo che lo scorso novembre arrivavano 'nuove linee guida' messe a punto dal governo talebano per la televisione afghana: velo islamico obbligatorio per giornaliste e presentatrici, niente attrici - se possibile - nelle fiction, vietato qualsiasi film considerato contrario ai valori afghani e alla sharia.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×