31 ottobre 2020

Treviso

Aeroporto di Treviso ancora chiuso: “Che succede?”

In consiglio comunale l'opposizione vuole spiegazioni sullo stato di fatto dello scalo. La maggioranza chiede un’audizione con i rappresentanti di Save

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Aeroporto di Treviso ancora chiuso: “Che succede?”

TREVISO - “Mi risulta che Save-Aertre, la società che gestisce l’aeroporto di Treviso abbia deciso di posticipare la chiusura dello scalo fino ad ottobre. Ma non vorrei che questa chiusura fosse ulteriormente posticipata, magari nascondendo un cambio di strategia di Save sull’aeroporto Canova. Se così fosse mi piacerebbe essere informato e vorrei che rappresentanti della società, a partire dal presidente del cda Save-Aertre, venisse in consiglio ad informare sui tempi e sullo stato di fatto dello scalo”.

 

Così il consigliere comunale Fabio Pezzato (Lista Manildo) è intervenuto ieri in consiglio comunale, il primo dopo la pausa estiva, in merito al Canova, chiuso dall’emergenza coronavirus. “Se fossi l’amministrazione, che paga con soldi pubblici un’indennità affinché vi sia un controllo su un settore strategico come l’aeroporto, convocherei subito il presidente di AerTre per capire quello che sta succedendo”.

Proprio sul tema ieri i consiglieri di maggioranza hanno presentato una mozione a tutela dei lavoratori che operano nelle strutture appartenenti all’aeroporto Canova, chiedendo un’audizione con i rappresentanti della società Save, come ha spiegato il consigliere della Lega Roberto Borsato: “Siamo da sempre solidali e attenti al problema dell’aeroporto e ai circa 500 dipendenti. Per questo noi consiglieri di maggioranza abbiamo già depositato una richiesta ai rappresentati di Save-Aertre affinché vengano a relazionare sui tempi dell’eventuale riapertura ed operatività dello scalo, precisando oltremodo la vicinanza della stessa amministrazione verso questi lavoratori e le attività particolarmente penalizzati dalle conseguenze derivanti dalla pandemia”.

 

Nella mozione i consiglieri sottolineano come “l’ampliamento e lo sviluppo del Canova siano ancora di più dopo l’emergenza sanitaria, obiettivo fondamentale per la ripresa dell’attività e del territorio”. Il sindaco Conte rivolto alla minoranza ha detto: “Se oggi lo scalo è chiuso è anche cosa vostra. In questi mesi non ho sentito una parola da parte vostra sul ministro all’Ambiente Sergio Costa, che da mesi e mesi blocca un masterplan da 54 milioni di euro che non prevede nessun aumento dei voli ma solo opere di mitigazione ambientale, opere di messa in sicurezza per i lavoratori e viabilità, e oggi ve ne preoccupate, state lontano dall’aeroporto”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×