11 maggio 2021

Montebelluna

Adolescenti e crescita: incontri per genitori, insegnanti ed educatori

Le conferenze trattato l’argomento dal punto di vista sociologico e psicologico

|

|

adolescenti

MONTEBELLUNA - Partono giovedì i due incontri promossi dall’Azienda Ulss 2 – Marca Trevigiana, la Rete Biblioteche dell’area montebellunese – BAM e l'Associazione Culturale Pediatri di Asolo per approfondire i temi dell’adolescenza. “Crescere Nonostante” si compone di due appuntamenti serali che si rivolgono a genitori, insegnanti, educatori, ma anche a politici, amministratori e a tutta la cittadinanza. Le due serate seguono un corso di formazione per bibliotecari e insegnanti dedicato alla letteratura per adolescenti tenuto a inizio marzo.

 

Le conferenze proposte trattano l’argomento da due punti di vista diversi e attualmente molto in discussione: l'approccio sociologico che analizza il fenomeno adolescente all’interno della società e quello psicologico-educativo che analizza lo scenario più privato, individuando modelli educativi efficaci per accompagnare i ragazzi nel loro percorso di crescita, anche attraverso l'analisi di situazioni concrete.

 

Si parte giovedì 29 marzo alle 21.00 in biblioteca comunale con l’incontro “La congiura contro i giovani - Crisi degli adulti e riscatto delle nuove generazioni” con Stefano Laffi con cui si vuole proporre un'analisi delle responsabilità sociali degli adulti in quella che è definita una crisi dei giovani ma che, secondo il sociologo, vede negli atteggiamenti degli adulti delle dirette responsabilità. Laffi è sociologo presso l’agenzia di ricerca sociale Codici, di cui è cofondatore, che sviluppa progetti di indagine sociale in svariati ambiti: dalle dipendenze ai processi di emarginazione, dai consumi ai costumi giovanili, spesso affiancando enti ed organizzazioni. Ha scritto, fra l’altro, Il furto. Mercificazione dell’età giovanile (2000) e curato la raccolta di saggi Crescere nonostante: un romanzo di formazione, Edizioni dell'Asino. Con Feltrinelli ha pubblicato La congiura contro i giovani (2014) e Quello che dovete sapere di me: la parola ai ragazzi (2016).

 

Quindi, martedì 10 aprile alle 21.00 l’incontro “Abbiamo bisogno di genitori autorevoli - Aiutare gli adolescenti a diventare adulti” con Matteo Lancini che racconta la crisi della genitoralità, con adulti che si trovano ad affrontare un’adolescenza molto diversa dal passato, anche recente, in cui ci sono state importanti evoluzioni e rivoluzioni sociali ma anche tecniche e tecnologiche.

Lancini è psicologo e psicoterapeuta, presidente della Fondazione “Minotauro” di Milano e dell’AGIPPsA (Associazione Gruppi Italiani di Psicoterapia Psicoanalitica dell’Adolescenza). E’ docente di “Clinica dell’adolescente e del giovane adulto” presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università Milano-Bicocca. E’ autore di numerose pubblicazioni sull’adolescenza, le più recenti: “Adolescenti navigati. Come sostenere la crescita dei nativi digitali”. (Erickson, 2015). “Abbiamo bisogno di genitori autorevoli. Aiutare gli adolescenti a diventare adulti “ (Mondadori, 2017).

 

“Questi eventi vogliono dare lo spunto di quanto sia importante lavorare in sinergia ed in rete, per dare risposte, momenti di riflessione e formazione alle esigenze di un territorio, dei ragazzi e delle famiglie - commenta l’assessore alla cultura, Debora Varaschin -. La rete Bam da anni si muove in questa direzione con risultati positivi a dimostrazione del valore del fare rete a tutti i livelli”.

 

“Questi incontri nascono per approfondire il tema dell’adolescenza che è in continuo cambiamento - spiega l’assessore alle politiche giovanili, Elisa Gobbo -. Essere adolescenti oggi è profondamente diverso rispetto a 10 anni fa e anche gli strumenti per accompagnare i ragazzi nella crescita si evolvono in corrispondenza della trasformazione della società e questi due incontri vogliono proprio sostenere gli adulti che per relazione o per lavoro hanno contatti con gli adolescenti”.

 

“L’attenzione agli adolescenti si sta sviluppando a Montebelluna su un doppio binario: i progetti rivolti ai ragazzi stessi e promossi nelle scuole ad esempio per contrastare il bullismo e le dipendenze, e sulle persone adulte, i genitori in primis, che in qualche caso si trovano fare i conti con una trasformazione sociale rapidissima che coinvolge gli adolescenti stessi”, conclude l’assessore alle politiche familiari, Claudio Borgia. Gli incontri si svolgeranno nell’Auditorium della biblioteca di Montebelluna, sono aperti a tutti e l'entrata è libera.

 



Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

immagine della news

15/04/2021

Come usciranno i nostri figli dalla pandemia?

Se ne parlerà stasera e giovedì prossimo in due incontri on line proposti dall’associazione Famiglie 2000 di Treviso per affrontare le fragilità e investire sul benessere.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×