17 ottobre 2021

Cronaca

Addio a Giovanni Tibolla, storico sindacalista della Cisl bellunese e partigiano

"Con lui se ne va un pezzo della Cisl”, domani i funerali

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Giovanni Tibolla

BELLUNO - Si è spento all'età di 94 anni Giovanni Tibolla, storico dirigente della Cisl di Belluno, in particolare del settore ospedaliero, e partigiano insignito della Medaglia della Liberazione del Ministero della Difesa nel 70° anniversario della Lotta di Liberazione.

Classe 1927, nato a Sedico ma residente a Belluno, Tibolla si è speso coraggiosamente per la Liberazione e per la ricostruzione post-bellica. Emigrato a Torino giovanissimo, nel 1943, per lavorare alla costruzione dei rifugi antiaerei, il 25 luglio è testimone dell’indimenticabile entusiasmo popolare per la caduta di Mussolini. L’8 settembre rientra a Sedico grazie al suo amico militare Dante Salce. Dopo i rastrellamenti dei nazisti, con altri compaesani decide di salire in montagna aggregandosi alla Brigata autonoma “Val Cordevole”, sopra Alleghe e militando nella compagnia Barsella fino al 1944, quando rientra a Sedico e lavorare alla Todt, alla Muda, fino alla Liberazione.

A guerra finita, si avvia all’impegno sindacale come volontario in un ufficio di Patronato per aiutare le famiglie nella compilazione delle pratiche pensionistiche, agricole e sanitarie. Diventa attivista della costituente Cisl di Belluno nel 1950 e poi dirigente della categoria degli ospedalieri, di cui diventa segretario generale, ruolo che ricopre fino al 1983. La Cisl territoriale lo ricorda come un uomo e un sindacalista con forte senso di solidarietà, buono e disponibile, sempre attento agli ultimi e ai bisognosi, preparato e combattivo nel lottare per i diritti e il miglioramento delle condizioni di lavoro.

“La Cisl - dichiara il segretario generale della Cisl Belluno Treviso Massimiliano Paglini - è un grande sindacato oggi come nella sua storia per gli uomini e le donne che hanno contribuito a farlo diventare tale. Tibolla fa parte di questa categoria: con lui se ne va un pezzo della Cisl”.

Giovanni lascia la moglie Maria, cinque figli, i nipoti e i pronipoti. I funerali si svolgeranno sabato 30 alle 10.30 nella chiesa di San Gervasio a Belluno.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×