02 luglio 2020

Conegliano

Addio al commissario Andrea Rasi, stroncato dal male dopo una battaglia durata nove mesi

Di famiglia padovana arrivata Conegliano nel 1962, era cresciuto nel quartiere di Monticella

|

|

CONEGLIANO - Andrea Rasi, 58 anni, è deceduto domenica sera a Verona dopo nove mesi di lotta con un tumore al pancreas. Di famiglia padovana arrivata Conegliano nel 1962, era cresciuto nel quartiere di Monticella con i fratelli Marco, Lucia, Mariateresa, Mauro e Aldo. Entrato in Polizia di Stato nel 1980 e formatosi alla scuola di Peschiera, era stato destinato alla squadra mobile di Treviso (dove parteciperà anche alle operazioni del sequestro Monti) mettendo in risalto grandi doti umane e professionali.

 

Trasferito poi alla Questura di Verona, dopo un breve periodo veniva assegnato alla PolAria dell’Aeroporto “Catullo” di Verona. Riprende anche gli studi interrotti laureandosi in scienze politiche a Trieste e si impegna a fondo nell’organizzazione dei servizi di security dello scalo veronese facendosi unanimemente apprezzare.

 

Il 15 dicembre scorso il telegiornale di Rai 3 lo intervistò in occasione di un gesto di riconoscenza nei suoi confronti dei familiari delle vittime dell’Antonov caduto al Catullo, subito dopo il decollo, la sera del 13 dicembre 1995. Ha conquistato sul campo il ruolo di Commissario di Polizia ed il suo attaccamento al lavoro lo ha portato ad essere presente in aeroporto fino alla sera del 31 dicembre scorso.

 

Di fede profonda aveva trovato nei Francescani di Verona un punto di riferimento per pregare per la sua famiglia, il suo lavoro e se stesso, in tutti questi anni. I funerali si svolgeranno nella chiesa francescana di San Bernardino a Verona, mercoledì 15 gennaio alle ore 15.30. Lascia a Verona la moglie Daniela ed i figli Marco - con le nipotine Lucia e Emma – Jacopo ed Anastasia, ed a Conegliano i fratelli e numerosi familiari ed amici.

 



Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×