31 ottobre 2020

Treviso

Addetti portineria ULSS 2, ridotto lo stipendio: scatta la protesta

Con il cambio d’appalto meno soldi in busta paga, Benazzi:"Stiamo dialogando per trovare le giuste soluzioni"

| Gloria Girardini |

| Gloria Girardini |

Protesta portineria Ulss2

TREVISO - Cambio d’appalto e cambio di contratto, i lavoratori si vedono diminuire il salario. Questo è quello che sta succedendo ai 30 dipendenti che svolgono servizi di portineria nelle strutture dell’ULSS 2 Marca Trevigiana impiegati alla Cooperativa GSA fino al 30 giugno e ora, in conseguenza del cambio d’appalto, all’ATI composta da Sicuritalia e Civis. Rifiutandosi di riconoscere la clausola sociale per il passaggio dei dipendenti coinvolti nel cambio di appalto, le società dell’ATI hanno deciso di applicare ai 30 lavoratori il contratto collettivo di vigilanza e servizi fiduciari, con un minimo salariale inferiore, invece del contratto nazionale del multiservizi con il quale erano assunti da GSA fino al 30 giugno.

 

Una scelta inaccettabile secondo il sindacato, frutto della pessima politica degli appalti al massimo ribasso che scaricano i costi sulla pelle dei lavoratori. “Lavoratori che, infatti – spiega Alberto Irone, segretario generale della FILCAMS CGIL di Treviso – si vedono abbassare lo stipendio dal giorno alla notte mantenendo invariato il loro carico di lavoro”. Ha concluso Irone: “Chiediamo l’interessamento diretto dei vertici dell’ULSS 2 e dell’Azienda Zero per sistemare una questione che drammaticamente impatterà sui redditi di 30 famiglie trevigiane e inevitabilmente sul servizio. Il nostro obiettivo è incontrare quanto prima i lavoratori e discutere con loro le azioni da intraprendere”. Ad intervenire il direttore generale dell'Ulss 2  Francesco Benazzi:“Stiamo dialogando con il sindacato e le cooperative per trovare le giuste soluzioni che possano dare la giusta soddisfazione ai lavoratori e il giusto equilibrio al loro impegno”.

 



Gloria Girardini

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×