22 ottobre 2020

Mogliano

40 LAVORATORI A RISCHIO AL "GRIS"

I sindacati in allarme per 40 figure ritenute "non inquadrabili"

| |

| |

Le Segreterie provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Fiadel hanno inviato una lettera ai dirigenti dell'Istituto Gris di Mogliano Veneto, al direttore generale dell'Ulss9 Dario, al presidente della provincia Muraro, al sindaco di Mogliano Azzolini chiedendo urgentemente un incontro.

I sindacati esprimono la loro preoccupazione "sull’andamento dell’applicazione dell’accordo di programma per quanto riguarda i lavoratori dell’Ente relativamente alle circa 40 unità che allo stato odierno risultano non essere graditi dall’ULSS 9 e con seri problemi per la collocazione presso l’Istituto Gris".

"Riteniamo_scrivono i segretari Motta, Giopato, Ficotto e Guidolin _  che il futuro del Gris, con tutte le sue importanti specificità, sia e resti l’elemento primario del succitato accordo, il ruolo eccellente di intervento sul territorio fornito sino ad oggi non deve restare solo un caro ricordo. Sappiamo che tale obiettivo è condiviso dalle Istituzioni che Voi rappresentate ed anche dagli altri importanti protagonisti dell’accordo stesso ai quali però chiediamo una maggiore e fattiva partecipazione".

L’accordo di programma prevede che la nuova struttura “Gris” per il polo degli anziani sia composta da circa un centinaio di addetti per occuparsi dei 165 ospiti. Le RSU dell'Istituto "Gris" hanno però ricevuto notifica che vi sono all’incirca quaranta figure professionali che non trovano corrispondenza con i possibili inquadramenti da parte della Ulss n° 9.

"A nostra specifica domanda sul futuro di tali lavoratori- proseguono i segretari provinciali dei sindacati- ci è stato risposto dalla Dirigenza della ULSS 9 che saranno in “ruolo soprannumerario” nella dotazione Gris. E’ ben comprensibile come le nostre preoccupazioni siano ben sostenute da tali dati. Partendo dal presupposto che se ci troviamo a lavorare con un fortissimo ritardo su tale argomento non è certo a noi addebitabile, tale mancanza, visto che i nostri solleciti all’avvio di tale procedure sono stati addirittura considerati “fastidiosi ed insistenti”.

"Ora che tale personale rimane a carico della nuova struttura per gli anziani, i relativi costi  da chi dovrebbero essere sostenuti? Dal Gris? Ci permettiamo di non condividere questa impostazione in quanto se non si risolve questo nodo il Gris è destinato a chiudere per il nuovo debito che accumulerà annualmente, o in alternativa avremo 40 lavoratori che rischiano seriamente il posto di lavoro.Riteniamo indispensabile, a questo punto, avere la massima garanzia da parte dei firmatari, tutti, dell'accordo di programma di avviare appositi incontri per ricercare le soluzioni per questa incresciosa situazione. Ribadiamo la necessità nel proseguire il tavolo delle trattative per raggiungere un accordo che sia soddisfacente di tutte le parti in causa".

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×