02/12/2022pioggia debole

03/12/2022pioggia debole

04/12/2022pioggia

02 dicembre 2022

Valdobbiadene Pieve di Soligo

105.769 accessi e telefonate alla Medicina Integrata nel 2021

Lunghe attese telefoniche che l'Amministrazione Comunale ed i medici di base hanno tentato di risolvere

| Tiziana Benincà |

immagine dell'autore

| Tiziana Benincà |

polemiche e soluzioni per la medicina integrata

PIEVE DI SOLIGO - Si è svolto nei giorni scorsi un incontro tra l’Amministrazione Comunale ed il Dottor Salvatore Cauchi, responsabile della Medicina Integrata, per affrontare le criticità emerse dalle numerose segnalazioni ricevute da parte dei cittadini.

“Il nostro scopo è quello di risolvere in via definitiva questo tipo di criticità logistica e funzionale che abbiamo palesato alla dirigenza dell’ULSS 2. Dal momento che non abbiamo trovato riscontro concreto, perché sembra che i problemi permangano, andremo ad affrontarli uno ad uno” esordisce il sindaco Stefano Soldan “Non si tratta di una guerra di parte, ma è necessario affrontare tutti insieme i problemi concreti in uno spirito di collaborazione. Visto il perdurare della pandemia e l’aumento dei contagiati, abbiamo deciso di fare tutto ciò che serve per risolverli”.

Il problema più critico è il tempo di attesa al telefono da parte dei pazienti, per questo la Medicina Integrata, d’intesa con il Comune, ha potenziato le linee attivando una quarta linea. Per sgravare le operatrici sanitarie inoltre, il consigliere Mauro Finotto e delegato per la protezione civile, ha fatto partire da lunedì 17 gennaio un servizio di protezione civile attivo dal lunedì al venerdì nella fascia oraria più critica, ovvero dalle 9 alle 12, con la presenza di due volontari che forniscono informazioni e misurano la temperatura ai pazienti.

Il Dottor Salvatore Cauchi commenta “Stiamo vivendo in una situazione veramente emergenziale; la gente giustamente vuole risposte. Le linee sono sovraccaricate di chiamate rispetto a prima, abbiamo un aumento di un quintuplo di chiamate. Abbiamo tenuto gli ambulatori aperti, chiedo alla popolazione di avere comprensione e pazienza: se non riescono a prendere la linea che riprovino e che chiamino solo per motivi urgenti. L’ospedale di Conegliano ha solo una linea, noi quattro, più di così non riusciamo a fare. Se fossimo dotati di strumentazioni di primo livello potremmo già fare diagnosi senza sovraccaricare le strutture ospedaliere, ma sono costi che noi non possiamo sostenere. Capisco i pazienti che non riescono a trovare una risposta istantanea, ma devono capire che siamo oberati.

Faccio un appello al Direttore Benazzi per organizzare un incontro a quattro e dirci lui cosa ne pensa e cosa desidera fare della Medicina Integrata che ha tutti gli elementi per diventare una Casa della Salute come previsto dai nuovi PNRR” conclude il direttore. “E’ un servizio fondamentale in prima linea cui i cittadini si rivolgono per ricevere delle risposte sul loro stato di salute, quindi la Medicina Integrata va potenziata” prosegue l’assessore Tobia Donadel “Passata questa fase di emergenza sottoscriveremo anche un documento congiunto da inviare all’Azienda Sanitaria e alla Regione Veneto con alcune richieste ben precise da parte dei medici”. I numeri parlano chiaro: 13 medici di base che complessivamente nel 2021 hanno registrato 31.714 accessi in struttura e oltre 74.000 telefonate.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tiziana Benincà

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×