27/01/2023parz nuvoloso

28/01/2023poco nuvoloso

29/01/2023poco nuvoloso

27 gennaio 2023

Treviso

“Stop cava Morganella, difendiamo l'acqua potabile”

A Ponzano nuovi striscioni dell'associazione di tutela ambientale: "Con l’ulteriore escavazione si metterebbero a rischio le falde acquifere"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

cava morganella

Gli striscioni a Ponzano

PONZANO - “Stop cava Morganella, difendiamo l'acqua potabile”. A seguito nuovo decreto della Regione del 7 ottobre scorso e dopo il partecipato incontro pubblico del 26 ottobre, riprendono le iniziative dei cittadini per fermare gli scavi nella cava Morganella dopo l’autorizzazione ad andare in profondità di ulteriori 20 metri rispetto al limite precedente, passando così dagli attuali 40 metri a 60 metri di profondità di escavazione.

In questi giorni l’associazione di tutela ambientale “Stop cava Morganella” per sensibilizzare la comunità e per cercare di convincere il sindaco di Ponzano Veneto a non firmare l’accordo con i cavatori, ha appeso nuovi striscioni in vari punti del territorio di Ponzano. “Con l’ulteriore escavazione (fino al 65 metri) si metterebbero a rischio le falde acquifere che alimentano l’acquedotto di Treviso”, sostengono i rappresentanti dell’associazione che nelle prossime settimane organizzerà altre iniziative anche nei comuni limitrofi di Paese e Treviso.

 

leggi anche:

Cava Morganella: "Il comune fermi gli scavi"

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×