03/07/2022poco nuvoloso

04/07/2022pioggia debole e schiarite

05/07/2022pioggia debole e schiarite

03 luglio 2022

Mogliano

Festa con Bebe Vio a Mogliano? “Siamo in piena quarta ondata! Dove è il senso di responsabilità dell’Amministrazione?”

Grande attesa per Bebe Vio ed Erica Cipressa. Intanto il botta e risposta tra Nilandi e Pavan

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Giacomo Nilandi e Enrico Maria Pavan

MOGLIANO VENETO – A Mogliano è tutto pronto per l’arrivo delle due atlete moglianesi premiate alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 Erica Cipressa e Bebe Vio, ospiti d’onore dell’inaugurazione del nuovo “Centro Scherma Mogliano” in programma domani, giovedì 23 dicembre.

La quarta ondata, che ha portato a un’evidente recrudescenza della pandemia, però, non fa dormire sonni tranquilli: Giacomo Nilandi, segretario del PD Mogliano, infatti, domanda “dove sia il senso di responsabilità di un'amministrazione che porta centinaia di persone in piazza. Si sarebbe potuto fare prima o dopo in totale sicurezza.

La risposta dell’assessore allo sport Enrico Maria Pavan non tarda ad arrivare: “Dal punto di vista organizzativo abbiamo seguito pedissequamente le normative in vigore per la zona gialla; abbiamo previsto una squadra di volontari che presteranno attenzione agli eventuali assembramenti e ricorderanno incessantemente ai presenti l’obbligo d’indossare la mascherina; e, per garantire la totale sicurezza, abbiamo deciso di organizzare la manifestazione all’aperto e in piazza”.

Anche gli 11mila euro stanziati dal Comune per l’iniziativa sono stati oggetto di dubbi da parte di Nilandi: “sono l'ennesimo inno allo spreco del denaro pubblico suonato dall'assessore Pavan, che con questa iniziativa ha completamente prosciugato il capitolo delle iniziative in favore dei giovani”.

Si tratta, per l’Assessore allo Sport del comune di Mogliano, di “una polemica assurda, in quanto la nostra Amministrazione ha sempre ritenuto fondamentale sostenere lo sport, gli atleti e le associazioni sportive proprio per il magistrale lavoro che svolgono quotidianamente in città e per i valori sociali e di educazione che diffondono tra i giovani. Dire che ‘il denaro pubblico per lo sport è sprecato’ significa offendere tutte le famiglie moglianesi che, ogni giorno, fanno tutto il possibile affinché i loro figli crescano in un ambiente sano e protetto, veicolo di educazione al rispetto e alle regole”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×