26 gennaio 2021

Castelfranco

“Scrivete cartoline”: esorta in un post e le inviano ben 50 indirizzi

È capitato alla vulcanica dottoressa Fanni Guidolin, per aver lanciato un invito sui social a scrivere cartoline e lettere

| Fanni Guidolin |

immagine dell'autore

| Fanni Guidolin |

“Scrivete cartoline”: esorta in un post e le inviano ben 50 indirizzi

CASTELFRANCO – Dovremmo oramai essere abituati al potere comunicativo di Fanni Guidolin ma a quanto pare riesce comunque a sorprendere con le sue idee che sanno sempre far riflettere. La dottoressa di Castelfranco, Coordinatrice Team Leader Enterostomisti e specialista nella riabilitazione delle disfunzioni del pavimento pelvico, ha un profilo Facebook molto seguito da dove di recente ha lanciato un invito: “Torniamo a scriverci lettere e cartoline”.

Beh già una cinquantina di persona l’hanno presa in parola e le hanno lasciato il proprio indirizzo nella speranza di ricevere una cartolina da Castelfranco. “Sarà merito del Covid o no so, ma stiamo ricominciando ad apprezzare le cose semplici e belle di una volta – ci dice Fanni commentando poi con ironia - Spero non diventino 5000 gli indirizzi a cui inviare la cartolina, ah ah ah!”. Ricordiamo che la dottoressa Guidolin ha anche una pagina Facebook molto seguita Pelvicstom dove fornisce informazioni su tematiche riguardanti il pavimento pelvico o la stomia.

Ma ecco il post che sta ispirando tanti.

Torniamo a scriverci?

Mi piacerebbe che la gente tornasse a inviare cartoline e a scrivere lettere a mano, con penna o matita, colori pastelli e gomme, quelle belle, che sanno di scuola, di astuccio e legno di cedro. Ve lo ricordate il profumo dell’astuccio?

Mi piacerebbe che il mese di dicembre riempisse le cassette postali di meravigliosi messaggi, frasi d'amore o d'amicizia, d'augurio o buon auspicio, su biglietti di carta riciclata, quella grezza, naturale, marroncina o color crema, che sembra ancora più antica e racchiude il profumo di ogni casa, l'odore delle poltrone, del vapore delle cucine, dei pavimenti in legno passati con la cera. Vorrei che la gente provasse la bellezza di imbustare una lettera e affrancarla con uno di quei francobolli che ormai nessuno più colleziona. Si mettevano all'angolo, per lasciare lo spazio all'indirizzo del destinatario.

Il mittente si scriveva dietro, schivo e umile, solo per dire alle poste che se non avessero trovato il destinatario, la lettera sarebbe potuta tornare a chi l'aveva spedita. Ma succedeva raramente. Mi immagino buste e letterine costruite da ritagli di giornali, con stelline applicate o fiori secchi, schiacciati dal peso dei libri. Avete presente i libri?

O mi piacerebbe che ognuno inviasse ad un altro la cartolina della propria città, come quando quarant'anni fa si andava in vacanza e il pensiero era costante: "mamma dobbiamo comprare le cartoline per la nonna, i cugini e il vicino di casa", che anche se sapeva che a casa non c'era nessuno e l'Adriatico ci accoglieva anche quell'anno, non avrebbe mai immaginato la spiaggia in cui eravamo se non avesse potuto ricevere la nostra cartolina.

Chissà se esistono ancora le cartoline della nostra Castelfranco città?

E se provassimo tutti a riscoprire la bellezza di questo gesto? Che non è solo uno spettacolo del ricevere.

È magnifico scrivere, pensare alla frase, avere una propria calligrafia, diversa da tutti i font che ora puoi anche acquistare, e poi imbucare, come un gesto antico, che pochi ancora conoscono, spedire, attendere la risposta non su un asettico sms dello smartphone, ma in mano, con il profumo della carta e l'inchiostro magari sbavato da gocce d'acqua, perché il postino consegnava in un giorno di pioggia.

Vi lancio questa sfida, che spero accoglierete, potrete postare qui sotto un commento o la vostra azione. Con la pandemia ci stiamo abituando a pensare in piccolo, a tornare indietro, a cogliere la bellezza dei gesti umili e semplici, e anche, a volerci più bene. E magari a lanciare cinquanta milioni di messaggi scritti da tutta Italia, per sentirci più uniti.

Per sentirci più vicini. Io lo farò.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Fanni Guidolin

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

31/12/2020

Buon 2021: gli auguri dai sindaci della Marca

Gli auguri da: Treviso, Castelfranco, Vittorio Veneto, Montebelluna, Conegliano, Mogliano, Asolo, Pieve di Soligo, Oderzo, Motta di Livenza, Pieve del Grappa, Valdobbiadene e Ponte di Piave

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×