02/12/2021pioviggine

03/12/2021poco nuvoloso

04/12/2021pioviggine

02 dicembre 2021

Esteri

“Scor****o perché sono posseduta”, infermiera perde la causa e viene licenziata

La donna ha perso il lavoro perché si è rifiutata di farsi curare da un terapista

|

|

infermiera inglese

LONDRA - Un’infermiera di un ospedale londinese è stata licenziata ed è finita in tribunale per eccessive flatulenze al lavoro. La donna, che iniziava a essere troppo fastidiosa per i pazienti e soprattutto per i colleghi, era stata invitata a smettere con i peti. E quando ha dichiarato che non era colpa sua, che i suoi problemi gastrointestinali erano causati da un fenomeno paranormale e che si sentiva posseduta da qualcosa che la portava a emettere peti di continuo, è stata invitata a sottoporsi a una terapia. Non per curare l’intestino, ma la mente.

 

L’infermiera però si è rifiutata di rivolgersi a uno psichiatra e per questo è stata licenziata. La cosa non le è andata giù e si è rivolta a un tribunale che, nei giorni scorsi, ha dato ragione ai titolari. Secondo il giudice, infatti, la donna è stata licenziata per giusta causa in quanto la malattia mentale che gli è stata diagnosticata avrebbe dovuto essere curata perché questa continuasse a svolgere la propria professione.

 

Secondo quanto riporta il DailyMail, l’infermiera si è pronunciata davanti al giudice sostenendo che qualcosa l’aveva ipnotizzata, e lei non riusciva a controllare le flautolenze. In tribunale ha dichiarato inoltre di non aver bisogno di un terapista ma di qualcuno che se ne interesse di fenomeni paranormali e la liberasse da questo incubo che non le permetteva di far nulla senza far uscire un peto. Dopo queste affermazioni, il giudice ha respinto il ricorso della donna dichiarandola non idonea a svolgere la professione.

 

OT

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×