19 ottobre 2020

Vittorio Veneto

“Non possono essere tenuti nascosti i dati ufficiali del Cesana Malanotti”

La nota del gruppo Partecipare Vittorio-Rinascita Civica: "I cittadini sono preoccupati e circolano voci, non sappiamo quanto fondate, su alte percentuali di morti e di contagiati"

|

|

“Non possono essere tenuti nascosti i dati ufficiali del Cesana Malanotti”

VITTORIO VENETO - “I dati forniti in forma aggregata dall'Ulss2 non permettono di evidenziare le notevoli differenze tra contagi e deceduti nelle diverse strutture residenziali. Anzi, con questa metodologia vengono, nel caso del Cesana, "diluiti" i numeri del contagio e dei decessi aggregandoli a quelli delle RSA privi di casi significativi”: è quanto si legge in una nota diffusa dal gruppo Partecipare Vittorio-Rinascita Civica.

 

“Altro aspetto che non emerge con chiarezza è il numero dei decessi avvenuto da fine febbraio fino ad oggi. Abbiamo notizie che parecchi anziani del Cesana sono deceduti prima dell'effettuazione dei test sierologici e dei tamponi, ciò impedisce di avere un quadro completo dei decessi causa Covid. Solo a metà marzo sono stati eseguiti i primi 7 tamponi sugli ospiti, sei dei quali risultarono positivi – continua la nota -. Dai dati aggregati si evince che nell'ULSS 2 nessuno dei contagiati è stato ospedalizzato, per cui è legittimo chiedersi se gli ospiti abbiano ricevuto cure pari a quelle erogate dal contiguo ospedale Covid di Vittorio Veneto, in quanto sembra evidente che una casa di riposo non può essere dotata delle attrezzature, dei dispositivi specifici e della specializzazione del personale adeguati ad affrontare una emergenza sanitaria diffusa e pesante come quella che ci ha investito. I cittadini sono preoccupati e circolano voci, non sappiamo quanto fondate, su alte percentuali di morti e di contagiati (sarebbe deceduto il 27% degli ospiti e i positivi sarebbero circa 62 sui 128 ospiti rimasti). Anche le informazioni sui contagi del personale sono preoccupanti”.

 

“Anche per rassicurare quanti ci segnalano numeri allarmanti, abbiamo più volte chiesto al Sindaco di poter visionare i dati del nostro Istituto e quelli relativi ai contagi in città, al fine di poter analizzare la situazione creatasi in questi ultimi mesi, ma non abbiamo ottenuto risposta – proseguono da Partecipare Vittorio-Rinascita Civica -. Pensiamo che gli amministratori abbiamo il dovere di preoccuparsi dei problemi dei concittadini e di dare informazioni precise e continuative, nel rispetto della trasparenza, e prima ancora di sollecitare , pretendere e reperire dati esaustivi, soprattutto in un’emergenza come questa”.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×