25/04/2024poco nuvoloso

26/04/2024nubi sparse

27/04/2024nubi sparse

25 aprile 2024

Vittorio Veneto

“Non mi resta che chiudere”, addio a un altro storico negozio in centro a Vittorio Veneto

Il quadrilatero sempre più deserto: che ne sarà di tutte le vetrine vuote?

| Stefania De Bastiani |

immagine dell'autore

| Stefania De Bastiani |

Michela Marsura

VITTORIO VENETO - “Svuota tutto fino al 70% per cessata attività”. Piastre, phone e prodotti per capelli a prezzi stracciati fanno gola ma l’annuncio di HB Hair Beauty apparso sulla vetrina rattrista. Il punto vendita, che da 25 anni si trova al quadrilatero in centro città, si trasformerà nell’ennesima vetrina vuota di quello che fino a qualche anno fa era il fulcro del commercio vittoriese. “Non mi resta che chiudere - riferisce la titolare del negozio, Michela Marsura -. E non è perché non abbia lavoro, il mio giro ce l’ho. Ma la situazione al quadrilatero e a Vittorio Veneto sta peggiorando ogni giorno. Il centro cittadino non vive, e il quadrilatero si sta svuotando, è sporco, degradato, e nessuno fa nulla. Io ho aperto il mio negozio 25 anni fa e negli ultimi anni ho notato questo tracollo. E’ triste, ma non ha più senso andare avanti. E nemmeno spostarmi poco più in là: Vittorio Veneto non è più attrattiva”. Dello stesso avviso è Elisabetta Sommavilla, titolare del negozio di abbigliamento Capricci, che si trova al quadrilatero da 23 anni. “Quando abbiamo aperto, l’attività è di famiglia, - racconta la giovane titolare - il quadrilatero pullulava di vita. Le vetrine attiravano i clienti, ed era bello anche solo passeggiare qui. Ora continuare a lavorare è sfinente. Io ho la mia clientela, il negozio va bene, ma guardare oltre la mia vetrina, da dentro, è triste: ci sono solo vetrine vuote, sporche, il deserto”.

Elisabetta riferisce di aver provato a rivitalizzare il quadrilatero, ma nessuno le avrebbe dato ascolto. “Ho chiesto ai proprietari dei negozi sfitti di poter pulire e allestire le vetrine, almeno per abbellire un po’ il quadrilatero. Per Natale avevo proposto di creare degli allestimenti a tema, e ho pensato di fare anche un angolo outlet in uno degli spazi vuoti. Ho merce per riempire tutte le vetrine, tante idee, forza di volontà, ma finora mi sono sono trovata bastoni tra le ruote”.

Il quadrilatero, all’interno, risulta essere un contenitore vuoto, polveroso, nero. La situazione è destinata a peggiorare o c’è una possibilità per fare rinascere la zona? L’abbiamo chiesto a Michele Paludetti, vice presidente ASCOM Vittorio Veneto, e storico commerciante che ha visto e vissuto l’ascesa e il declino del commercio vittoriese. “Un tempo - ricorda Paludetti - il quadrilatero era il fulcro del commercio di Vittorio Veneto. Era un luogo attrattivo, pieno di bei negozi, tutti di qualità. Ora è per tre quarti vuoto e più negozi chiudono più ne chiuderanno: se continua così non ne rimarrà nemmeno uno”. E cosa si potrebbe fare? “Ci vuole un piano condiviso - afferma Paludetti -. E’ necessario che i proprietari dei muri dei negozi, quelli ancora aperti e quelli sfitti, si uniscano. Bisogna che entri anche l’amministrazione nel progetto, e Ascom, e insieme si cerchi di fare un piano. E’ importante farlo, perché il quadrilatero si trova in pieno centro: ne va l’immagine della città. Messo come è ora è davvero un brutto biglietto da visita per Vittorio Veneto. La situazione qui è nera per quanto riguarda il commercio: se i negozi non vanno, allora puntiamo sull’alimentare. In centro manca un piccolo supermercato, perché non partire da quello?”

In foto: Michela Marsura, Elisabetta Sommavilla, una parte del quadrilatero

Continua a leggere su OggiTreviso

 


| modificato il:

foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×