04 aprile 2020

Montebelluna

“Non ci sono soldi, ma per le consulenze si trovano sempre”

Opposizione sul piede di guerra per un incarico che avrebbero potuto svolgere i dipendenti comunali

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Asilo di Busta

MONTEBELLUNA – “Non ci sono soldi ma per le consulenze si trovano sempre”: opposizione sul piede di guerra per un incarico che a loro dire avrebbero potuto svolgere i dipendenti comunali. A lasciare perplesso il gruppo L’Alternativa Giusta gli 80 mila euro per la progettazione del nuovo teatro lo scorso novembre e pochi giorni fa circa 40 mila euro per una consulenza di supporto al Responsabile Unico del Procedimento (RUP) per valutare il progetto della nuova scuola elementare di Biadene-Pederiva.

“Il mantra del Sindaco Marzio Favero, da quando più di 8 anni fa è stato eletto, è "non ci sono soldi" per le richieste dei cittadini – esordiscono i consiglieri de L’Alternativa Giusta, precisando -. In parte, sia chiaro, ha ragione: calo dei trasferimenti, diminuzione degli oneri di urbanizzazione e delle escavazioni, ecc. Ma quando vogliono i soldi li trovano, e anche velocemente”. In particolare, sui 40 mila euro spiegano che si tratta di fondi destinati nel 2017 a "Manutenzione straordinaria delle scuole elementari" che andranno quindi ad un consulente esterno.

Quindi incalzano: “Ma come? L'Amministrazione non intende valorizzare il personale interno? E sì che ci vengono in mente almeno 6-7 nomi di dipendenti comunali, tra architetti e ingegneri civili, che probabilmente le competenze per valutare un progetto ce le hanno, tanto più se il progetto è presentato da uno dei migliori studi di architettura italiani. Ricordiamo, per esempio, che buona parte della progettazione e tutta la direzione lavori di Villa Pisani, per esempio, sono state seguite internamente, senza eccessivo danno per le normali attività dell'ente (o no?). Qui si tratta di valutare un progetto, attività che ci sembra meno impegnativa della direzione lavori di un cantiere come quello del MEVE. Mah”.

La pepata analisi prosegue: “Per non parlare che si tratta di fondi sottratti alla manutenzione straordinaria delle scuole elementari. Vi vengono in mente scuole con problemi di manutenzione straordinaria? Come dite? La vetrata della scuola dell'infanzia di Busta, rotta da più di 500 giorni e che costa una cifra simile?”. I consiglieri Francesco Bortignon e Fernanda Favotto quindi aggiungono anche un po’ d’ironia stilando una lista di argomentazioni per anticipare quanto potrebbe replicare sulla questione il primo cittadino.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×