08 aprile 2020

Treviso

“Isolati e discriminati per le nostre origini cinesi, il razzismo è molto peggio del coronavirus”

La lettera dello studente trevigiano Lorenzo Yu, rappresentante d'istituto al Besta

| Isabella Loschi | commenti |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi | commenti |

Lorenzo Yu

TREVISO - “Vedo le persone che ci schivano sui mezzi pubblici, che si mettono delle mascherine quando salgono sul treno o sull'autobus o che mandano qualche frecciatina. Ho sentito che secondo alcuni, non dovrei presentarmi a scuola nei prossimi giorni: questo solo per le mie origini”.

A parlare è Lorenzo Yu, studente e rappresentante d’istituto del Besta di Treviso. Lorenzo, italiano di origini cinesi, che fa parte della Rete degli Studenti Medi di Treviso, è nato a Roma e ha frequentato le scuole prima a Silea e poi le superiori a Treviso. Nei giorni scorsi la Rete degli Studenti Veneto, attraverso i social, ha lanciato una campagna per dire basta alle discriminazioni verso la comunità cinese, esplose con la paura crescente per il diffondersi del coronavirus.

“Sono italiano, e ho origini cinesi e ne vado fiero, sì" - scrive Lorenzo nella lettera inviata e pubblicata dal quotidiano La Repubblica - "Ho letto quello che è stato scritto dai governatori leghisti del Nord. Essendo nato qui in Italia mi sono integrato bene ma per le persone che non lo sono vengono isolate e discriminate e mi dispiace perché vedo ragazzi cinesi timidi e molte volte esclusi con l'aggiunta di prese in giro e provo tristezza per loro.È questo il modo di affrontare le paure delle persone?".

"Non possiamo trasformare la paura di una malattia nella diffidenza verso lo straniero. Dobbiamo impedire che l'apprensione, anche legittima, per la salute delle persone diventi un motivo per discriminare qualcuno. Tra i banchi siamo tutti uguali, e io non voglio sentirmi diverso nella mia classe e nel mio paese. Io credo che la malattia più contagiosa sia il razzismo. Il razzismo è molto peggio del coronavirus".

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×