08 marzo 2021

Vittorio Veneto

“Isolati”: protestano i commercianti di via Petrarca

La viabilità del centro storico mette in ginocchio le attività

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

“Isolati”: protestano i commercianti di via Petrarca

VITTORIO VENETO – Tre attività, una macelleria, una pizzeria e una cartolibreria, “ostaggio” della viabilità del centro storico. Protestano i commercianti di via Petrarca. Da venerdì, da quando è scattata la viabilità provvisoria in occasione dei festeggiamenti di Santa Augusta, questi negozi sono difficilmente raggiungibili dai clienti. Lo testimoniano i pochi scontrini staccati e negozi semi-deserti: «Potevamo benissimo rimanere chiusi per ferie» affermano all’unisono. E precisano: «Siamo totalmente favorevoli alla sagra, anche noi portiamo i nostri figli alle giostre e questo evento è un toccasana per Serravalle. Ma la viabilità andava gestita in modo diverso».

Con l’arrivo delle giostre nel centro storico di Serravalle, il Comune ha predisposto una nuova viabilità che «ha tagliato fuori i nostri negozi» sottolineano gli interessati. «Se lo scorso anno era possibile dal semaforo dell’Italcementi raggiungere le nostre attività e poi anche riuscire sempre da questa stessa strada – testimonia Alessio Paier della macelleria Le Carni -, quest’anno ciò non è possibile. E, fatto presente ai vigili, ci è stato detto che non è possibile per motivi di sicurezza. Eppure stamane (lunedì) in occasione del mercato tutta la viabilità di chi è diretto a sud passa proprio per via Petrarca, auto, corriere e furgoni. Passano in uno stretto spazio e costeggiano le giostre, tanto che i gestori del tagadà hanno dovuto rimuovere stamane (in foto sopra) parte della pedana e un altoparlante che altrimenti i mezzi si sarebbero portati via transitando di lì. Una possibilità di transito che poteva valere di giorno anche venerdì o sabato. E invece ci è stato detto di no».

«Venerdì, preso atto della situazione, abbiamo chiamato i vigili evidenziando che di fatto eravamo stati tagliati fuori dalla viabilità – testimoniano dalla pizzeria L’ultimo spicchio -. Risultato: venerdì, sabato e domenica non abbiamo lavorato, pareva di essere in una città fantasma».

Vista la parata, venerdì Paier ha provveduto a mettere di sua iniziativa un cartello all’altezza dell’incrocio tra via Calcada e via Parravicini, così da dare notizia alle auto dirette a nord che le attività di via Petrarca sono aperte. «Qualcuno è sì arrivato, ma soprattutto a piedi, comunque pochi. Abbiamo lavorato un terzo rispetto al solito. Siamo pure noi dei contribuenti, paghiamo le tasse: chiedevamo almeno di essere informati prima del provvedimento viabilistico e non a cose fatte» conclude Paier.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

01/03/2021

Strade sicure: nasce il raggruppamento "Veneto"

La nuova riorganizzazione, studiata dal Comando Forze Operative Nord di Padova e proposta allo Stato Maggiore dell'Esercito, ottimizzerà i rapporti della forza armata con le prefetture e le forze di polizia

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×